Bentornato Gp di Francia a LeCastellet dove si scrisse la storia Ferrari

Ultimo FranceGp a Le Castellet 1990 100° successo Ferrari
La Ferrari vince il suo 100° Gp a LeCastellet con Prost nel 1990

 

Domenica la Formula 1 torna in pista a LeCastellet per un Gran Premio di Francia che su questa pista mancava dal 1990, anno della vittoria numero 100 della Ferrari con Alain Prost.

Il ritorno di LeCastellet nel calendario del Mondiale è una bella notizia. E non solo per i francesi, visto che per gli appassionati italiani diventa un altro Gp raggiungibile comodamente in auto. Per me è un ritormo al passato. Era il 1988 quando debuttai come prima firma sulla Formula1  de ilGiornale al Gp di Francia sostituendo indegnamente l’ingegner Benzing che se ne andava in pensione (ma ancora oggi potete leggerlo qui)

Ero fresco di matrimonio, ancora con qualche giorno di servizio militare da completare e arrivai in Francia pieno di curiosità. Avevo già lavorato come spalla dell’ingegnere a Monza, Imola, Montecarlo. Ma essere in pista da solo era una bella responsabilità. Per fortuna trovai dei grandi colleghi che mi accolsero e mi aiutarono molto, oltre a Giorgio Terruzzi che però non c’era sempre a quei tempi. Penso a Pino Allievi e a Giorgio Piola. Due grandi esperti. Ma anche a Renato d’Ulisse, Franco Lini, Pepi Cereda, Ezio Zermiani, Mario Poltronieri. Meglio fermare qui l’amarcord. Non interessa a nessuno.

Nel 1988, esattamente 30 anni fa, entrai in scena in un campionato dominato dalla McLaren Honda Turbo che vinse 15 dei 16 gran premi (a Monza, nel primo Gp d’Italia senza Enzo Ferrari, ci fu il miracolo Ferrari).

In un campionato che visse completamente sul duello tra Senna e Prost che si erano divisi le prime 6 gare della stagione con 3 vittorie a testa (ma Prost guidava 45-33 in classifica).

A LeCastellet Prost tornò in pole dopo due anni e conquistò anche la corsa con un sorpasso a Senna rimasto bloccato dietro a un doppiato (e con problemi al cambio). Il Mondiale poi lo conquistò Ayrton che ribaltò tutto vincendo 4 gare di fila (Silverstone, Hockenheim, Hungaroring e Spa).

LeCastellet 1990
Il podio del 1990 con Prost, Capelli e Senna

La Francia e LeCastellet portano fortuna a Prost che vi rivinse nel 1989 e poi nel 1990 quando l’8 luglio la Ferrari conquistò la sua vittoria numero 100 in Formula1 in quello che fino ad oggi è rimasto l’ultimo Gp corso su quella pista.

Alain era arrivato in Ferrari portandosi in dote il numerl mondo 1 di campione del mondo e invertendo quella tendenza che solitamente non portava Maranello ad ingaggiare dei piloti già coronati.

Il suo arrivo in una Ferrari ancora in mezzo al guado dopo la scomparsa dell’ingegnere, portò esperienza, talento, professionalità. Anche se per Cesare Fiorio (un post su di lui) non era facile gestire una squadra con Prost e Mansell, soprattutto in assenza di un presidente forte (era Fusaro). E infatti a fine stagione andò tutto per il verso sbagliato…

Ma a LeCastellet, Prost firmò uno dei suoi successi storici duellando contro uno straordinario Ivan Capelli al volante della Leyton House creatura di Adrian Newey. In pole partiva Mansell con l’altra Ferrari, ma Nigel si lasciò sorprendere al via dalle due McLaren.

Prost costruì il suo successo anticipando il cambio gomme, ma arrivando al sorpasso letale e decisivo a Capelli solo a tre giri dalla fine. Fu una gara magica anche per Ivan, credo la sua più bella in Formula 1, una gara che qualche anno dopo convinse la Ferrari a ingaggiarlo…

Ferrari Prost 1990 LeCastellet
La Ferrari di Prost al museo Williams

Per la cronaca quella Ferrari 641/2, figlia di John Barnard e Steve Nichols,  telaio numero 119, finì poi nella collezione privata di Frank Williams che la chiese in cambio della liberatoria per Jean Alesi l’anno seguente… Gli fu consegnata nel 1993, poi andò all’asta da Bonhams una decina d’anni dopo a Gstaad senza essere aggiudicata. Passò comunque di mano negli anni seguenti, ricomparendo nel 2009 ai Modena Racing Days.

Fin qui la storia. Sotto il video di LeCastellet oggi con Lewis Hamilton:

 

Share Button

3 pensieri riguardo “Bentornato Gp di Francia a LeCastellet dove si scrisse la storia Ferrari

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.