Silverstone: Ferrari a caccia a casa Mercedes

Hamilton Silverstone
Hamilton a Silverstone per la sesta vittoria

Domenica si corre a Silverstone dove tutto cominciò il 13 maggio 1950. La Formula 1 torna alle sue origini, gli inglesi parlano di questo circuito del Northemptonshire come della Genesi della F1. E’ il circuito più a nord del campionato (incredibile, vero?) e da vecchio aeroporto quale era è cambiato parecchio e volte, l’ultima 9 anni fa.

Si riparte da Silverstone con la Ferrari davanti. Tra i piloti e le scuderie. Nessuno poteva prevederlo dopo le qualifiche del Gp d’Austria. Soprattutto la Mercedes e Hamilton mai si sarebbero aspettate di arrivare alla gara di casa dopo un doppio ritiro così doloroso e clamoroso.

Lewis Hamilton è all’inseguimento della sua sesta vittoria nel BritishGp. Farebbe la storia perchè nessuno c’è mai riuscito. Neppure Clark e Prost che sono fermi a 5 come lui. Lewis ha sempre raccontato che il pubblico inglese gli dà una marcia in più. L’hanno scorso ha festeggiato da rockstar surfando sui suoi tifosi. Non è difficile pensare che cosa abbia in testa.

In testa però ha anche una preoccupazione sconosciuta però 33 weekend: la sua Mercedes sarà affidabile? Il doppio ritiro austriaco (problema idraulico per Bottas e alla pompa di benzina per Lewis) ha tolto un po’ di serenità ad una squadra che non era abituata ad esser messa sotto pressione.

Hamilton festeggia a Silverstone
Hamilton surfa sulla folla a Silverstone 2017

Tanto che ci si chiede se a Silverstone la Mercedes darà via libera a tutti i cavalli a sua disposizione (come in qualifica a Spielberg) oppure sceglierà una via più tranquilla, senza mettere a rischio l’affidabilità che non dipende solo dal motore Evo2 fatto debuttare in Francia, ma anche dalle novità aerodinamiche che avrebbero però creato problemi di raffreddamento.

Silverstone è pista dai curvoni velocissimi, poco impegnativa per i freni (in 10 i piloti non toccano neppure i freni), ma molto per le gomme (torneranno le Pirelli ribassate). Negli ultimi 20 anni, chi partiva dalla pole ha vinto 11 volte. Negli ultimi 8 con la pista in configurazione attuale la pole ha portato al successo in 5 occasioni (4 volte con Lewis Hamilton). Nell’era delle power unit ibride la Mercedes ha sempre conquistato pole e vittoria.

Vettel è l’unico pilota ad aver completato tutti i giri previsti nelle prime 9 gare disputate fin qui. Ha una serie di 13 gare sempre a punti. La più lunga dopo la rottura di Hamilton in Austria. Statistiche che sembrano fatte apposta per gufare….

Bisognerà fare attenzione anche alle RedBull, rigenerate (soprattutto Max) dal successo austriaco. Ricciardo qui non è mai partito fra i primi tre ed è strano per la qualità  del pilota (meno per quella del motore).  Il Renault a Silverstone potrebbe pagare ancora di più contro Ferrari e Mercedes, soprattutto in qualifica. Ma se giovedì scorso interrogato dagli amici di Griglia di partenza avevo pronosticato Verstappen vincitore in Austria (ci sono le registrazioni), questa volta non direi altrettanto. Il favorito è Hamilton. Ma la speranza è Rossa.

 

Share Button

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.