Pagelle inglesi dominate dal Rosso Ferrari

Vettel Silverstone
Vettel in trionfo a Silverstone

Pagelle britanniche dopo uno dei gran premi più combattuti delle ultime stagioni, una festa per 340 tifosi inglesi stravolti da un insolito caldo e da una Ferrari travolgente. Nessuno di loro se la aspettava…

10 a Sebastian Vettel. Aveva una gran monoposto ma ci ha messo tanto di suo battendo il male al collo in qualifica, Hamilton in partenza e Bottas nel finale. Correndo da ragioniere avrebbe potuto accontentarsi del secondo posto. Non lo ha fatto e ha avuto ragione. Un leone incontentabile.

9 alla Ferrari. Ancora una volta dalla regia al muretto hanno visto giusto richiamando Seb e Kimi ai box sotto il regime di Safety Car. La Mercedes non lo ha fatto e Bottas è sprofondato. Concentrati.

8 a Kimi Raikkonen. Cattivo, grintoso, mai domo neppure nel finale quando ha aggredito RedBull e Bottas. Qualche giro in più e avrebbe potuto attaccare anche Lewis. Non avendo nulla da perdere deve correre così. Sempre. Troppo duro con Hamilton? Giusto provarci, anche se ha combinato un bel patatrac. Scongelato.

7 a Fernando Alonso. Zitto zitto (strano visto il soggetto) Fernando ha portato altri punti a una McLaren che avrebbe individuato il grande colpevole cacciando Eric Bouillier e sostituendolo con Gil de Ferran padre della fidanzata di Vandoorne. Fernando è al 200° Gp in zona punti…Formichina.

6 a Valtteri Bottas. Più bravo di Hamilton al via, paga l’errore del team nel finale… facendo la figura del pollo con Vettel e Kimi. Tenero.

5 a Lewis Hamilton. Sbaglia la partenza e compromette la gara. Se fosse partito meglio non sarebbe stato preso a ruotate da Kimi. Colpa sua, prima che del ferrarista. Poi grande nella rimonta, ma come Seb in Austria con la macchina che aveva… Lamentoso 2Vedi lamentoso 1

4 alla Sauber AlfaRomeo. Due problemi tecnici hanno interrotto la serie positiva costringendo al ritiro Leclerc e Ericsson con un grande spavento per lo svedese al quale è rimasto aperto il drs in curva 1. Quasi un tentato omicidio. Pericolosi.

3 alla RedBull. Il guaio ai freni che ha fatto saltare i piani di Verstappen su una delle piste dove sono meno sollecitati è molto grave. Il problema allora non sono solo i motori. Ammoniti.

2 alla coppia Haas. Magnussen è  andato a punti, Grosjean è stato buttato fuori da Sainz (voto 4), ma quello che hanno combinato nella bagarre iniziale è davvero troppo. Spreconi.

1 alla Mercedes. Supporre che i comportamenti di Vettel e Raikkonen siano volontari per danneggiare i suoi piloti è davvero grave. Bisognerebbe imparare a perdere oltre che a vincere. ArrogantiVedi commento di ieri

0 ai Commissari Fia. Non vedo differenze tra gli errori di Vettel in Francia e di Raikkonen a Silversione. E allora perché 5″ a Seb e 10″ a Kimi? Perché ha danneggiato l’eroe di casa? Sudditanza Psicologica? Parziali.

Share Button

17 pensieri riguardo “Pagelle inglesi dominate dal Rosso Ferrari

  1. giusto lo 0 alla FIA, è stata una cosa abbastanza indecente anche alla luce che sono stati graziati piloti in altre occasioni, uno su tutti Verstappen, considerando situazioni simili al via come semplici incidenti di gara. Non ho visto pericolosità nella mossa di Kimi, un azzardo oltre le proprie possibilità. Situazioni in cui ad esempio Verstappen ha effettivamente causato osando oltre certi limiti e quindi sanzionabili.
    Kimi oltretutto negli anni si è dimostrato sempre uno dei piloti più corretti e anche la storia di un pilota deve pur fare la differenza in un giudizio.
    Amo la F1 ma purtroppo questo lato non l’ho mai gradito, si vede troppo spesso disparità di giudizi e trattamenti a favore di certi piloti. Hamilton per esempio è sempre stato uno molto avvantaggiato, spesso hanno fatto bene perché in effetti è un campione…ma non sempre sarà così perché si rischia di creare dei mostri pretentuosi e lamentosi quando le cose non gli vanno bene. Ho il ricordo di certi piloti di una volta che in casi simili si affrontavano faccia a faccia e non scappavano come ha fatto Hamilton.
    Sono un tifoso di Kimi sarebbe anche lui da 9, con Vettel però da 10, ma gli darei 7 perchè è già la seconda gara di fila che gli manca un giro per completare una rimonta o una gara. Ha umiliato Verstappen mandandogli in tilt i freni, ha sverniciato Bottas…era secondo me il più veloce in pista e doveva andare subito a caccia di Hamilton perché ne aveva tutte le credenziali per passarlo o per dare spettacolo.
    Guardando la classifica mi permetta di dire che se Kimi a breve vincerà una gara questo mondiale diventerà molto interessante e molto complicato per le avversarie…
    10 alla Ferrari, una volta quando battevano un ala dovevano sostituirla anche se il danno era impercettibile, ieri no. Quando una macchina si comporta così potrebbe essere davvero l’anno giusto con la macchina perfetta

  2. Esimio Zapelloni , complimenti e’ riuscito a superarsi un’altra volta.
    Devo dire la verita’ : una volta la leggevo con interesse , ora solo per farmi 4 risate…per vedere sino a che punto si spingera’ stavolta l’ultra’ che e’ in lei. Non finisce mai di stupire.
    Alle immancabili agiografie rosse fanno da contraltare i soliti sprezzanti commenti sui nemici lamentosi..
    Vedo ,tra l’altro, che e’ anche cambiato il vento su Kimi…..da bastonate incondizionate , ora e’ osannato e diventato seconda punta di spessore.
    Bastava poco , l’avevo gia’ detto , la seconda guida Ferrari nell’immaginario collettivo Rosso deve correre come se non ci fosse un domani e cercare l’autoscontro.
    Allora sara’ grande e ricordato…L’utile Kimi.
    Ma le rimangono ancora un ultimo accenno di unghie ? Il fatto che insista nel dire che Hamilton sia stato buttato fuori perche’ partito male fa acqua da tutte le parti.Suvvia.
    Sull’1 alla Mercedes per le dichiarazioni , posso anche darle ragione, pero’ ammettera’ che queste storie dei 5″ o 10″ alla fine hanno un ottimo rapporto qualita’/prezzo….presto potrebbero ingolosire qualcuno e creare precedent pericolosi….vedremo.
    Comunque mi creda : ci sono cose peggiori del non saper perdere,per esempio il non saper vincere.
    Cosa che la Ferrari ha ampiamente dimostrato di saper fare benissimo.
    Saluti

    1. Sul fatto che H. Abbia perso sbagliando la partenza sono concordi praticamente tutti quindi e lei a farmi sorridere… sul resto le consiglio di andarsi a rileggere l’albo d’oro del mondiale. Buona giornata

      1. Ah quindi tutto si riduce solo alla partenza quindi ? Mi sembra che Vettel sia si balzato al comando ma che non sia finita lì. Ha dovuto guadagnarsela la vittoria. Lei insiste nel dire che una volta partito male è indifferente terminare il primo giro tra le prime tre posizioni o all’ultimo posto. Interessante.
        Quanto all’albo d’oro melo risparmi. Dovrei scartabellare all’indietro per anni e anni….
        E chiaro che mi riferivo alle ultime gestioni e alla loro mancanza di stile e personalita.
        Saluti

      2. Io dico che se Hamilton fosse partito bene non sarebbe stato colpito da Raikkonen e quindi…

  3. Mi scusi ma adesso non voglio fare il polemico ma queste sono le pagelle del GP di Silverstone e non le pagelle del Podio di Silverstone. Non si puo dare ad Hamilton 5 dopo una rimonta pazzesca (dove e anche stato votato pilota del giorno) solo perche non ha dato la mano a Kimi (cosa che doveva fare). Lei deve giudicare il pilota in base al suo rendimento in gara e penso che il voto minimo da da dare sia 8, togliendo un voto per la brutta partenza e uin voto magari per la non stretta di mano con Kimi.

      1. Se cerca su un qualsiasi motore di ricerca “pagelle gp silverstone ” notera che nessuno da un`insufficienza ad Hamliton: ognuno da un voto piu che sufficiente analizzando la sua gara dalla brutta partenza fino alla fine

  4. Queste pagelle sono una goduria! Da tanto aspettavo un momento così topico del mondiale! Quanto a Hamilton credo che tutti (o quasi…) siamo d’accordo che: 1 ha sbagliato la partenza facendo tutto da solo, 2 si è barcamenato con alcuni zig zag di traiettoria nel tentativo di difendersi ma esponendosi al rischio di contatti, 3 Raikkonen ha perlomeno una decennale reputazione di pilota corretto, è impossibile francamente che l’abbia fatto apposta (perché allora avrebbe dovuto tenere giù il piede per infilarsi e aprirgli la fiancata, mica inchiodare con il rischio di avere la peggio rompendo l’alettone anteriore). Quello che più mi spiace, sinceramente, è vedere questo scadimento di toni tra i team managers. Mi piace molto Wolff e lo stimo molto, ma questa volta ha sbagliato in un modo un po’ infantile. Segno della pressione enorme. Invece Lewis si sa è una rockstar e quelli come lui fanno le bizze… questa forse è la sua vera debolezza come pilota. Anche con Rosberg non ha perso per la prestazione pura, ma per la mancanza di resilienza nelle situazioni di difficoltà. Ancorché rockstar ogni uomo ha un limite…

    1. Con Rosberg ha perso per i numerosi problemi di affidabilita (Malesia 2016 ha mandato in fumo tutti i sogni di gloria dell`inglese), non inventiamoci storie dai.

  5. Mi dispiace non sono d’accordo. L’affidabilità non è stata il fattore determinante. Rosberg ha vinto le prime 4 gare e aveva una striscia positiva di 7 vittorie consecutive, Lewis ha perso il titolo per un inizio di stagione sottotono ed errori di concentrazione (come Cina). Mentre Nico ha avuto anche la resistenza di nervi a non perdersi mai d’animo sia prima del 2016, sia durante la stagione mentre subiva delle sconfitte. Detto questo Lewis è più veloce in senso assoluto, ma anche la costanza e la testa sono doti che servono a vincere i campionati e completano un campione. Lui sotto pressione fa errori come ieri, è così e va anche amato per come è.

    1. Lewis in quella stagione non è stato concentrato al 100% ma il problema in Malesia ha certo influito molto

  6. Zappelloni ma che ci fa qui? Pensavo di aver visto male, ma non trovarla sulla Gazzetta dello Sport e’ ridicolo…soprattutto vedendo l’attuale qualita’ degli articoli e video-articoli pubblicati: anche se non ho sempre condiviso il suo punto di vista i suoi articoli e il suo blog mancano tantissimo!!! Non so le dinamiche ma penso che in Gazzetta la sua assenza si fara’ sentire…. Ad ogni modo sono certa che chi la seguiva prima lo fara’ anche ora…pero’ peccato…dopo tanti anni…

    Anche se in notevole ritardo, in bocca al lupo con il suo nuovo blog!

    Michy

  7. R.Reddington sprizza di gioia, simpatia ed oggettivita’ assolute esattamente come tutti i suporters di Hamilton: Auguri!

    Michy

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.