Ronaldo-Juve come Schumi-Ferrari

Ronaldo Ferrari
Cristiano Ronaldo con una delle auto della sua collezione: Ferrari F12 TDF

L’affare Ronaldo si è trasformato da sogno in realtà per 112 milioni di euro. Andrea Agnelli, presidente bianconero, è volato in Grecia a incontrarlo usando una tattica che spesso suo zio Gianni usava quando c’era da convincere un giocatore o un pilota. E l’affare Ronaldo mi fa tornare in mente l’affare Schumacher.

Come ho detto qualche sera fa a Calciomercato l’originale su Sky, la trattativa della Juve per avere Cristiano Ronaldo mi ricorda quella del 1995 della Ferrari per ingaggiare Michael Schumacher.

La Ferrari puntò al numero 1 per fare il salto di qualità e interrompere un digiugno che durava dal 1979. Il presidente Montezemolo coinvolse nella trattativa l’avvocato Agnelli che diede subito il suo consenso tanto era innamorato della Ferrari. La Fiat (allora non era ancora Fca) non entrò direttamente nell’affare,  ma poi Schumi divenne un testimonial importante per il gruppo girando anche parecchi spot e non solo per il mercato tedesco.

Qui vi ripropongo quello imperdibile per la Multipla in cui una nonnina lo prende per un venditore di auto… ma poi ne sono venuti per la 600 (c’è anche Rossa?) e la Stilo Abarth…

E in contemporanea la scritta Fiat sulle fiancate della Ferrari è diventata sempre più visibile fino a sparire per lasciare spazio ad Alfa Romeo e poi al Quadrifoglio simbolo della sporività Alfa.

Un’operazione a tutto tondo che coinvolse l’intero mondo Fiat.

Oggi il mondo Fiat si chiama Fca e non è da escludere che il volto di Cristiano Ronaldo possa essere sfruttato anche per lanciare nuovi modelli a cominciare dalla Jeep, sponsor di maglia della Juve, che è il marchio più redditizio del gruppo. Cristiano è un cliente Ferrari, difficile che possa essere coinvolto in qualche lancio (e poi la Ferrari non fa pubblicità), ma basterebbe averlo ai box di Monza come ospite o a Maranello per un giorno…

Tra l’altro il presidente Marchionne è tifosissimo bianconero e Maurizio Arrivabene siede da anni nel cda della società.

Insomma di fronte a un’operazione di tale portata che la Juve potrebbe comunque gestirsi da solo grazie al suo bilancio, tutto il gruppo Fca può entrare in azione tale è la risonanza del personaggio in questione.

L’Avvocato Agnelli prima di dare il suo ok definitivo nella primavera 1995 chiese: “Ma chi è poi questo Schumacher? Siamo sicuri valga tutti i soldi che pretende per venire a guidare una Ferrari”. Oggi nessuno farebbe la stessa domanda su Cristiano Ronaldo. Una Champions non ha prezzo.

La Ferrari aveva puntato sull’indiscusso numero 1, esattamente come ha fatto ora la Juve. Colpi da favola. Per realizzare altre favole.

Aggiungerei un particolare. A invogliare Cristiano a dire si è stata anche la Standing Ovation dell’Alleanz Stadium dopo la sua tripletta è quella rovesciata pazzesca… Esattamente come quando Schumi a Hockenheim 1995 vide che i tifosi tedeschi applaudivano più Berger vincitore in Ferrari che lui…

Share Button

3 pensieri riguardo “Ronaldo-Juve come Schumi-Ferrari

  1. Ho pensato la stessa cosa anche io. Quella di CR/ è stata un operazione globale per tutta la FCA e infatti questo ancora di più giustifica la presenza di un Agnelli a chiudere il contratto. Portare un giocatore così in Juventus non è una semplice operazione di mercato. Lui in questo momento è il top come giocatore e per tutto il suo indotto e per smuoverlo ci vuole una proposta che va oltre l’aspetto tecnico-calcistico. Lei ha detto che no sarebbe da meravigliarsi nel vederlo a breve a Maranello o al box Ferrari a Monza…Le dico che non mi stupirei nemmeno vederlo entrare allo Stadium dentro una Ferrari

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.