La lezione silenziosa di Raikkonen

Raikkonen Silverstone
Lo sguardo di Kimi in conferenza a Silverstone

 

A che cosa starà pensando Kimi Raikkonen durante la conferenza dei primi tre classificati a  Silverstone? È una domanda che vale qualche supposizione…

Kimi Raikkonen ci ha abituati a questi sguardi nel vuoto. Stanno diventando delle hit, un po’ come i suoi messaggi radio… Prima di tutto gli vanno fatti i complimenti per come ha incassato la penalità di 10” per la ruotata a Hamilton. Ha ammesso la colpa, si è scusato e alla fine anche Lewis ha accettato le scuse. Una lezione di sportività rilevata anche dagli inglesi (Vedi Autosport) rispetto a tanti suoi colleghi che polemizzano coi commissari.

Ma lasciatemi scherzare un po’… proviamo a sederci nei suoi pensieri:

1) Siete ancora convinti che Leclerc sia meglio di me?

2) Già che c’ero potevo anche entrare più duro…

3) Continuate a darmi una Ferrari cosi e ne vedrete delle belle

4) Se io ero il bollito, Bottas come lo chiamiamo?

5) Dove è finita la mia cassa di Vodka?

6) Quanto tempo stare ancora qui a sentire il nero che si lamenta?

7) Certo che Vettel potrebbe almeno dirmi grazie

8) Qualcuno dice che dovevo andare a riprendere pure Hamilton… Mai contenti

9) Se la Ferrari non mi vuole più mi offro al miglior pretendente perché sarò anche vecchio, ma…

10)  Minttu dove ti sei cacciata? Smettila di giocare coi social

E comunque sia chiaro che per battere Hamilton e la Mercedes, la Ferrari ha bisogno di un attacco a due punti (anche senza entrate scorrette).

Lady Raikkonen
La signora Raikkonen e marito
Share Button

4 pensieri riguardo “La lezione silenziosa di Raikkonen

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.