Alonso la volpe e l’uva

Fernando Alonso nei giorni scorsi ha annunciato che nel 2019 non correrà in Formula1. La McLaren al suo posto ha già ingaggiato Carlos Sainz. Alla vigilia della 6 ore di Silverstone che correrà con Toyota, Alonso ha spiegato la sua decisione.

Parole di Alonso: “Mi sono fermato perché l’azione in pista a mio parere è molto scarsa, non è più quella che sognavo quando sono arrivato in F1. Qualche anno fa era difficile prevedere cosa sarebbe potuto accadere a Spa e a Monza, mentre ora puoi già scrivere le prime quindici posizioni con forse uno o due errori”, ricordano una favola che ci raccontavano da bambini. La volpe e l’uva. Ricordate? Siamo sicuri che se guidasse una Mercedes s una Ferrari, Fernando direbbe le stesse cose? Pronto a scommetterci… Leggi altro post su Alo e il caos

Detto questo ha ragione. Troppo spesso dopo la partenza accade poco è troppo spesso a decidere sono gomme e soste ai box. Ma questo Liberty lo sa bene.

Ma Fernando re dei Radio messaggi aggiunge pure: “In F1 in realtà si parla maggiormente di quanto accade fuori dalla pista, come polemiche e team radio ed è un brutto segno. Penso che ci siano altre categorie che forse offrono più gioia, felicità e un’azione migliore ed è quello che sto cercando di trovare”.

A 37 anni Fernando però non pone limiti al futuro: “Penso che la porta della F1 sia aperta perché adesso credo di trovarmi al miglior livello di guida in carriera: perché chiudere le porte se qualcosa potrebbe accadere in futuro? Sono ancora giovane, non ho 45 anni, mi sento forte e quest’anno correrò 27 gare. Mai dire mai”.

Tornerà solo con una squadra vincente. Sicuro. Ma le squadre vincenti oggi se le è giocate praticamente tutte… ed è un peccato perché Alo è ancora oggi uno dei top 3 in F1. Ne sono convinto. In gara è’ ancora super.

Share Button

10 pensieri riguardo “Alonso la volpe e l’uva

  1. Su Alonso pilota mi sn già espresso, ma sul discorso sorpassi per me il problema è la qualità di piloti, perchè se vettel, hamilton, verstappen, ricciardo superano e gli altri no ci sarà un motivo. Sullo spettacolo mi dispiace dirlo, ma c’è un grosso problema Pirelli e strategia, quasi sempre i gp sono ad una sosta, le mescole durano tutte allo stesso modo, poi io sono un nostalgico dei rifornimenti quindi li riproporrei di corsa.

  2. signor zapelloni, da quando si è formato questo triello,diciamo dal 2009, anche se fernando non lotta per il titolo da una vita, ho dichiarato la mia personale griglia di piloti guidando tutti al top e con macchine uguali… lewis-fernando-seb….lei è d’ccordo?? grazie

  3. Il caro Fernando non smentisce mai il suo stile: per la seconda volta prende decisioni di pancia sull’onda emotiva e polemizza con tutti (dando ragione a Horner!). È davvero un ingrato che non mostra ricoscenza per un mondo che gli ha dato soldi, successo e fama. Proprio gli stessi toni usati nel divorzio da Ferrari (che ancora lo rode d’invidia). Questo è tra i più tristi comunicati di ritiro che abbia mai sentito! Che non osi parlare al passato paragonando la F1 di 10 anni fa con i tempi d’oro, ma per favore non prendiamoci in giro! Anche ai suoi tempi la F1 era in deficit di azione al punto che si sono cambiate regole sui motori (almeno 2 importanti come limite e 8 cilindri e poi gli ibridi), sulle gomme, sulle qualifiche, sull’ala mobile ecc. In effetti è molto più motivante vincere la 24 ore di Le Mans in una “edizione monomarca” con solo 1 team ufficiale e nessuna concorrenza. Poi mi pare che lui che si considera all’apice della carriera di guida si sia fatto fare la pole dal compagno di squadra…
    Francamente visto il suo contributo al circus degli ultimi anni non credo che ne sentiremo troppo la mancanza e neppure che possa realiaticamente tornare in futuro. In bocca al lupo per le tue prossime gare!

  4. Se ha vinto solo due titoli un motivo ci sarà. Quando leggo di gente che scrive che Alonso con questa Ferrari avrebbe 40 50 punti su Hamilton sorrido anche lui commise degli errori mentre si giocava il titolo uno su tutti l’errore di Montecarlo del 2010 nelle fp3 inutile e da principiante. E secondo me è inferiore a seb ed a Hamilton. Detto questo alo è un gran pilota ma non è così forte come molti dicono che lo fanno sembrare più forte di senna e schumi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.