Lapo come nonno Gianni annuncia Leclerc in #Ferrari

Lapo Elkann, nipote di Gianni Agnelli e fratello di John presidente di Fiat e Ferrari, ha annunciato in un post rapidamente fatto sparire l’arrivo di Charles Leclerc in Ferrari al posto di Raikkonen. Ormai manca solo il comunicato ufficiale.

Corsi e ricorsi. Ricordo quando nell’agosto del 1995, alla vigilia del Gp di Ungheria, l’avvocato Agnelli, intervenendo alla rituale partitella di inizio stagione tra la sua Juve e la Primavera a Villar Perosa, annunciò l’ingaggio di Michael Schumacher.

L’Avvocato bruciò tutti i comunicati ufficiali (arrivarono il 16 agosto): “Schumacher è già preso. Se la Ferrari perde anche con lui sarà colpa nostra”, disse. D’altra parte, se non lo sapeva lui… Il presidente Montezemolo lo aveva consultato e nei giorni del Gp di Monaco aveva anche organizzato un incontro sullo yacht dell’Avvocato al largo, lontano dai paparazzi.

Aveva dato il suo benestare, contando anche sul fatto che l’esborso per Schumi avrebbe portato dei benefici anche per la Fiat, di cui Michael sarebbe diventato testimonial. Lo Schumi testimonial Fiat

Agnelli

L’Avvocato era stato parte in causa di quell’ingaggio, sponda indispensabile per Montezemolo e Todt. Lapo nell’ingaggio di Leclerc non ha avuto parti in causa ovviamente. Diciamo che ha i “contatti” giusti per sapere certe cose… Ma forse ha solo agito d’istinto dopo aver letto i giornali di oggi.

Comunque è solo questione di poco. Ormai Kimi è fuori e Charles è dentro.

Share Button

11 pensieri riguardo “Lapo come nonno Gianni annuncia Leclerc in #Ferrari

  1. Ieri Mazzola alla mia domanda su Kimi ha risposto , e quoto , ” bisogna guardare avanti, Kimi ha gia’ dato e anche bene. Leclerc sembra un ottimo pilota”. Sara’ che non sono del settore e che nella vita faccio tutt’altro, ma non rinnovare un altro anno Kimi e’ una assurdita’, e non credo che a Leclerc avrebbe fatto male farsi le ossa per un altro anno che, detta tra noi, io non vedo nulla di eclatante al momento in questo pilota rispetto ad altri giovani. Una cosa pero’ non mi convince: se la riunione a Maranello era questa mattina e alle 6 di sera non ci sono ancora comunicati ufficiali , che ci sia un cda diviso in due anziche’ uniforme e certo sul da farsi? Io mi illudero’, ma spero ancora in un rinnovo per il 2019 per Kimi: un pilota cosi’ non lo si puo’ trattare a pesci in faccia.

    Michy

    1. Non credo che Kimi sia stato trattato a pesci in faccia. Ma dopo 7 anni è venuto il momento di cambiare e di ringiovanire la squadra

      1. Che mettano Givinazzi allora, non sono contraria al ringiovanire, ma sono contraria al modo in cui Raikkonen e’ stato ed e’ trattato. Non si comunica, direttamente o meno, il giorno stesso della gara ad un pilota in pole con il nuovo record della pista e sul tracciato di casa che a fine anno viene lasciato a casa. Ricordiamoci che Kimi e’ l’utimo Campione del Mondo che la Ferrari ha avuto, e quando gli ordini di scuderia sono arrivati ha aiutato Vettel. E il tifo ed il calore per Kimi, sia a Monza che a Budapest (ero a queste due gare quest’anno), hanno superato di gran lunga il tifo dei supporters di Vettel.

  2. Da un lato sono molto contento per Charles, sono quasi sicuro sarà lui a riportare il titolo in quel di Maranello, al contempo sono molto dispiaciuto per Kimi che sta vivendo la sua miglior stagione dopo molti anni, e se non si fosse dovuto ritirare 3 volte (per colpe non sue) potrebbe essere ancora in lotta x il mondiale

  3. Ottimo lavoro della Ferrari. Ha preso un pivello senza esperienza in una macchina competitiva per un uomo che è sempre stato leale alla Rossa con 20 anni di esperienza alle spalle. Leclerc non è tutto sto gran campione (viste le sue ultime non eccellenti gare) e quindi non capisco il mancato rinnovo a Raikkonen. Tanto ora ci perde il team dato che Kimi sarà sempre lì a rubare punti e a non aiutare il “campione” Vettel.
    Spero che a sto punto il lo fiale lo perdiamo e l’anno prossimo lo vinciamo con Leclerc.

  4. Onestamente non credo sia la decisione giusta per molte ragioni, ma soprattutto perché Vettel ora è un pilota on crisi che deve ritrovarsi o ahimè abbiamo scoperto il suo limite. Non è mentalmente in una posizione di poter guidare lo sviluppo e fare da mentore a un giovane, si sarebbe dovuto fare tra un anno (perché se questa stagione va male ci bruciamo mentalmente Seb come Fernando). Morale perdiamo Kimi ancora fortissimo (basta vedere quest’anno quante volte in griglia è stato meglio di Sen) e certsmente meglio di Bottas, abbiamo perso il treno Ricciardo (che peccato!) per un pilota con meno esperiemza di Verstappen… speriamo allora che il cda sia spaccato e che qualcuno di illuminato pensi, vista la situazione incerta e un campione in crisi, di posticipare di un anno!

    1. Sull arrivo di Leclerc al posto di Raikkonen neanche mi pronuncio. … Per il resto non scambiamo la… Con il cioccolato.. Tra Nonno e questo nipote… L avvocato era il capo della Fiat… Lui lo fanno giocare con i giocattolini ma di gestire Fca neanche a parlarne… L avesse fatto John Elkann… Allora aveva un senso… Lui invece ha fatto fare una figuraccia a Fca e Ferrari… Con un post su fb rimosso

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.