Grazie #Raikkonen, ma giusto promuovere #Leclerc in #Ferrari

Leclerc al posto di Kimi
Futuro e passato: Charles Leclerc prende il posto di Kimi in Ferrari

La Ferrari ha annunciato l’ingaggio di Charles Leclerc al posto di Kimi Raikkonen per la stagione 2018. Un solo anno di contratto. Un anno di esami insomma. Raikkonen invece andrà a correre per 2 stagioni in Sauber Alfa Romeo…

Largo ai giovani. Sostituire un pilota come Kimi che il 17 ottobre compirà 39 anni con uno che il giorno prima ne compirà 21 è soltanto un segno di buon senso. Per il futuro della Scuderia, ma non soltanto. Solo il messicano Ricardo Rodriguez ne guidò una più giovane in gara (aveva 19 anni).

Charles Leclerc, 21 anni il 16 ottobre, è il primo prodotto della Ferrari Academy ad essere ingaggiato dal Cavallino. Un destino che avrebbe dovuto spettare al suo grande amico Jules Bianchi… È dai tempi di Felipe Massa che Maranello non ingaggia un pilota così giovane (Felipe ne aveva 24), un segno importante.

Leclerc a detta di chi lo conosce bene può diventare il Verstappen della Ferrari. Non nel senso che comincerà a sfasciare monoposto, ma perché può rappresentare la generazione di campioni che domineranno la Formula 1 nel dopo Hamilton/Vettel/Alonso. Ha le qualità per riuscirci. È veloce e allo stesso tempo scrupoloso e attento. Prezioso bei collaudi ed efficace in pista nonostante la sua Alfa Sauber ultimamente non lo abbia aiutato molto.

Non è ancora un campione completo. Va fatto crescere con calma. Ma di fianco a Vettel avrà una grande occasione. La squadra dovrà solo proteggerlo e ricordare come si comportò Enzo Ferrari con un certo Gilles Villeneuve potrebbe essere molto utile. Gli è stato fatto un solo anno di contratto. Sarà sotto esame, ma lo sarebbe stato anche con un contratto triennale e poi è normale che facendo una scommessa la Ferrari abbia voluto cautelarsi.

Leclerc è l’ultimo pilota scelto da Sergio Marchionne. L’ex presidente aveva già programmato tutto prima del ricovero e dell’improvvisa, dolorosa, scomparsa. Dopo di lui, la Ferrari ha avuto la tentazione di confermare Kimi per non cambiare troppo e accontentare Vettel che aveva dato il suo gradimento. Ma alla fine ha prevalso la voglia di pensare al futuro.

Lascia se mai perplessa la tempistica se è vero che la comunicazione a Kimi è stata fatta nei giorni di Monza. Così si spiegherebbe quel suo primo giro con il coltello tra i denti. Così non si spiegherebbe un chiaro ordine al via.

L’ingaggio di Leclerc apre le porte dell’Alfa Sauber a Antonio Giovinazzi e questa è una bellissima notizia. Speriamo non ci siamo ostacoli improvvisi perché Antonio merita la grande chance. Ha le qualità per entrare in Formula 1 e per restarci. E sarebbe anche ora di vedere un italiano in pianta stabile.

Ma purtroppo questo era solo un mio sogno perché la Sauber ha ingaggiato per due anni Raikkonen (là dove aveva cominciato). Follia vera. Perché un team così dovrebbe puntare sui giovani, non sui 40 enni… Marchionne non avrebbe gradito…

Dopo 8 anni, 9 vittorie e 144 gran premi con la Ferrari (a fine anno saranno 151) va ringraziato Kimi Raikkonen, l’ultimo campione del mondi di Maranello. Il primo Kimi è stato straordinario, il secondo non ha avuto la costanza di rendimento che mi aspettavo da un campione come lui. Abbiamo rivisto dei lampi del vero Kimi. Vero che è stato sacrificato sull’altare di Vettel (ma non quando sarebbe stato più utile), ma anche lui ci ha messo del suo. I tifosi lo hanno amato e continueranno ad amarlo (raccolte 80 mila firme per convincere la Ferrari a tenerlo). La Ferrari dovrà ricordarsene sempre perché in fin dei conti dopo Schumi è lui quello con più gare in rosso. Grazie Kimi. E avanti così visto che avrà altri due anni in Sauber restando in pista fino a 41…

Share Button

34 pensieri riguardo “Grazie #Raikkonen, ma giusto promuovere #Leclerc in #Ferrari

  1. Perfetto. Ora spero che Kimi metta i bastoni fra le ruote di Vettel così impari che Kimi è un ottimo partner. È stato Vettel ad instaurare questo brutto clima in casa Ferrari a causa dei suoi errori (non è colpa di Kimi se Vettel non da l’anno posizione ad Hamilton, nemmeno se esce di pista da solo in testa). E non capisco perché un giovane che ambisce a risultati importanti (e perché no il Mondiale se ne sarà in grado) debba fare il maggiordomo per Vettel invece che correre per se. Se Kimi è stato cacciato dalla Ferrari è tutta colpa di Vettel, che spero perda questo mondiale piloti che non merita assolutamente.

  2. secondo lei c’è il rischio che leclerc possa essere “bruciato” da vettel?? Perché non credo che leclerc va più forte di seb.

    1. Va protetto, aiutato a crescere. Se no tanto vale correre con una macchina sola… Ma se è bravo come dicono ci divertiremo…

  3. Cioè se la scelta di Kimi in Alfa, significa far dire addio alla Formula 1 a Giovinazzi, divento pazzo, anche perchè, mi sembra difficile che Sauber, faccia sceglie entrambi i piloti alla Ferrari. Il mercato piloti, di quest’anno lo sto capendo poco, tutti i giovani a rischio, su tutti Ocon, l’unica scelta logica è leclerc, che per me è più pronto rispetto a quando Verstappen, andò in Red Bull.

  4. Kimi e’ quasi sempre stato bastonato da vettel ora e alonso prima e ora e’ colpa di vettel se lo mandano via? Seb’ superiore ci sono le categorie, i top , ottimi e il resto.. Dai ora che e’ colpa di seb e sperare che perda il mondiale.. Tanto non l’ ha aiutsto piu’ di tanto e monza e’ la prova lampante che correra x non aiutarlo visto che gli hanno detto che va via e oraa x le altre gare sara’ peggio…

      1. Colpa…..
        Interessante. Non e’ la semplice fine di un rapporto di lavoro.
        C’e’ una colpa….
        E quale sarebbe questa colpa ?
        Il non essersi insabbiato alla Roggia per dare strada all’eletto ?

      2. La colpa di non essere stato il vero Raikkonen che io ho amato. Quello del 2007/2008 … a Monza era già tutto deciso

  5. Vorrei fare una riflessione che è quasi una provocazione, ma della quale, credo, ci siano solide basi. Non sono le prestazioni di Kimi ad averlo fatto scendere dalla rossa ma quelle di Vettel.
    Kimi sta facendo meglio dell’anno scorso, ma credo che stia venendo meno la fiducia che, questa coppia di piloti, possa portare al mondiale. Kimi era l’uomo delle gerarchie chiare, Vettel deve vincere e Kimi proteggerlo (senza esagerare). Leclerc non è un vice, non credo lo abbia mai fatto e non credo sia stato preso per questo.
    Leclerc è stato preso per crescere, diventare prima un pilota da rossa e poi “il pilota della Rossa”.
    Secondo me oggi non si è sostituito Kimi (effetto collaterale) ma si è cominciato a sostituire Vettel.

      1. Ricordo il weekend ma mi risulta complesso pensare che, davvero, l’arrivo di Leclerc sia dovuto al volere di Marchionne, o comuque sarebbe grave se fosse così.
        La Ferrari ha un nuovo Management che deve fare ciò che ritiene meglio per l’azienda e non provare ad emulare o a riprendere quanto fatto da Marchionne.
        Spero che i motivi della partenza di Kimi siano legati al futuro della Ferrari e non al passato.

      2. E ricorda quando nel giro di poco ha dovuto rimangiarsi tutto ?
        SLEVIN4799 la sua e’ un interessante teoria. Potrebbe essere anche quello.
        Il Principino aveva la RedBull che gli metteva le ali. Tolte quelle va aiutato in non so quali altri modi possibili visto che con Kimi abbiamo visto tutto l’armamentario Arrivabene….
        Magari ci stupira’ con effetti speciali..

      3. Bhe Marchionne ai tempi e la Ferrari in generale non credo possano decidere se tenere o meno un pilota per il risultato di una singola gara, credo che le valutazioni sia altre. Se no Dovrebbero cacciare Vettel dopo Monza visto la cappellata…
        Credo che il cambio sia solo generazionale, che la Ferrari voglia provare a puntare su un giovane tra l’altro cresciuto in Ferrari e capire come va e se quella può essere una strada buona per il futuro e diventare un po come redbull che alla fine pesca sempre dal suo bacino piloti.
        La Formula 1 è cambiata, e credo che in futuro ogni scuderia cercherà di far crescere i propri talenti al proprio interno.
        Su Kimi abbiamo vedute diverse, io dico che quest’anno sta correndo bene, a volte più veloce di Vettel anche o comunque mai troppo distante. Ma se va a vedere gli zeri che ha raccolto Kimi non si può dar colpa a lui, come la gestione sbagliata dell’ultima parte di qualfica in ungheria e quella quasi comica a Spa mandato in pista senza abbastanza quantitativo di benzina. Si butta sempre addosso la croce a Kimi, ma ogni tanto fate lo stesso con la scuderia quando sbaglia..
        il suo anno 2007/2008 è stato.. nel 2008/09 probabilmente la Ferrari aveva idee diverse e poi basta vedere e ricordarsi Silverstone e Magny Course di quell’anno per capire…
        per tutto quello che gli è stato tirato addosso nel corso degli anni in Ferrari fossi in lui non aiuterei Vettel, anzi correrei per me stesso… chi lo ama capirà, chi non lo ha mai amato continuerà a non farlo…

  6. Caro Zapelloni, mi aggiungo al commento di Slevin considerando anche che questo avviene probabilmente nel momento di maggior crisi e pressione per Vettel. Era proprio opportuno dagli questo ulteriore stress? Cosa ne pensa sulla tenuta futura della coppia (lei cita giustamente Villeneuve, io non vorrei si ripetesse un duello in casa come con Pironi)?

  7. Vettel bastona kimi e ora leggo che sarebbe meglio tenere kimi e mandare via seb… Uno che viene bastonato tra alonso e vettel dal ritorno in ferrari cioe’ 5 anni non vince una gare contro 14 di vettel fa 2 pole contro le 10 di vettel con un anno in meno sulla ferrari, vettel che almeno lotta x il mondiale, ha sbagliato e’ vero contro uno che sbaglia in qe ha fatto spesso gare anonime finendo a 20 secondi da vettel, non togliendo punti a hamilton quando doveva e arrivandogli dietro quando hamilton partiva dietro anche ultimo ora e’ meglio di vettel… Prima il problema era kimi da mandare via subito ora e’ da tenere… Seb te l’ ho detto vattene e vediamo la ferrsri con questo muretto che combina… Se il problema era tu… Vediamo leclerc l’ anno prossimo…

    1. Mi ripetero’, ma qui c’e’ qualcuno che non ha ancora chiare le differenze tra prima e seconda guida..comunque e’ fatta. Hamilton 5 volte campione del mondo…anche perche’ Vettel non ha la testa per batterlo e non credo cambiera’ da qui a Novembre… e la differenza e’ solo li.

  8. Leclerc sta facendo una buona stagione ma vettel e Hamilton(anche grazie alla macchina) alla loro prima stagione avevano stupito molto di più

  9. Vettel ha vinto una gara in toro rosso vorrei ricordarlo.. Ci vediamo ad abu dabi con raikkonen campione del mondo… Ah dimenticavo non ha vinto neanche una gara quest’ anno e sono 5 anni che non ne vince una.. Neanche quando c’ era alonso.. Kimi senza vittorie con una pole in 14 gare sara’ campione del mondo vai kimi… Adesso l’ anno prossimo vedremo leclerc poi sentiremo che dite se fa sbagli o altro…

  10. Se e’ piu’ forte e veloce di vettel avrebbe fatto pole e vittorie fin dall’ inizio, i piloti partono alla pari e la macchina e’ la stessa.. O ma forse a kimi e bottas danno macchine diverse piu’ lente perche’ sono seconde guide eh si e’ proprio cosi’… Bella questa… E’ normale che dopo mercedes e ferrari puntano su hamilton e vettel visto che sono piu’ forti di kimi e bottas e una volta che hanno tanto distacco dai loro compagni si punta su loro, ma si parte alla pari… Certo poi bottas fa il maggiordomo sempre, e aiuta hamilton kimi avra’ aiutato vettel 3 volte in 4 anni.. Vai kimi sarai il muovo campione del mondo ad abu dabi senza nenache una vittoria! La ferrari doveva tenere te eh si…

  11. Si il secondo ma con una toro rosso dubito che leclerc lo avrebbe fatto e nessuno l’ ha fatto ne’ alonso, be verstappen, ricciardo, raikkonen e hamilton non si puo’ neanche dire perche’ e’ partito gia’ da inizio carriera con macchina vincente… Quindi…

  12. Sostengo anche io la tesi che è una mossa a dentro/fuori per Vettel che una vera e propria bocciatura per Kimi che alla fine rimane sempre in famiglia Ferrari.
    Questa notizia non mi sorprende, Marchionne aveva fermanente intenzione e convinzione di rilanciare Alfa Romeo nel mondo F1 e a pieno diritto vista che è una delle casate storiche di questo sport. Kimi, uomo Ferrari e pilota a fine carriera, è l’elemento giusto per rilanciare la scuderia e attirare sponsor…ripeto non credo più di tanto alla storia di una simil Toro Rosso ma piuttosto per vedere di riuscire nel èoi breve possibile a montare motori Alfa…e se arrivano sponsor credo si avveri il sogno di Marchionne
    Al tempo stesso per Kimi potrebbe essere una ghiotta possibilità di chiudere la carriera divertendosi e guidando sempre un Ferrari
    Una precisazione nell’epoca Hamilton/Vettel/Alonso ha lasciato Kimi!!! Oltre a non aver avuto niente in meno è stato campione in Ferrari….e alla fine, come ho detto, è rimasto in famiglia 🙂

    1. I motori Alfa? Non esistono e non esisteranno mai a meno che contravvenendo a tutto quanto ci è stato sempre raccontato non si voglia marchiare Alfa i motori Ferrari

      1. si certo…ero partito dal presupposto, ammesso che ricordi bene, che Marchionne aveva detto che per fare un motore da zero ci vuole un bell’investimento che al momento sarebbe impossibile. Alfa Romeo quindi correrà con motore Ferrari. Ho intuito quindi che con base motore Ferrari e con l’eventuale arrivo di investimenti col tempo anche Alfa Romeo avrebbe potuto avere una nuova linea produttiva…comunque a braccetto e di supporto alla Ferrari (Toro Rosso alla fine è essa stessa fucina di esperimenti e al tempo stesso indipendente). Ho ulteriormente concluso, in modo del tutto personale, che Kimi in Sauber Alfa Romeo poteva abbracciare due obiettivi. Quello personale di Kimi di rimanere in famiglia e continuare per un anno o due a correre senza più pressioni. L’altro un Kimi ancora amatissimo che potrebbe contribuire a questa causa…come ho detto sopra un conto è montare un motore Ferrari già impacchettato e datato e un conto è magari sviluppare tecnologia pur partendo da una base Ferrari

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.