#Hamilton difende #Vettel: che cosa c’è dietro

Hamilton&Vettel

“Credo che i media debbano mostrare un po’ più di rispetto per Sebastian. Semplicemente non potete nemmeno immaginare quanto sia duro fare quello che facciamo al nostro livello, per ogni atleta al top della sua attività. C’è da aspettarsi che essendo umani possiamo commettere degli errori, ma è come li superiamo che conta”. Firmato Lewis Hamilton.

Il post su Instagram di Lewis Hamilton a favore del suo grande aversario di questa stagione, ripreso da tutti in Italia e da pochi in Inghilterra può essere spiegato anche così, visto che tra i due non c’è mai stata molta amicizia e già in passato, ai tempi di Seb in Red Bull, Hamilton non lo considerava come avversario vero, preferendo elogiare Alonso:

la grandezza di una vittoria è ancora maggiore più forte è il tuo avversario non lo dice il maestro zen amico di Marione Miyakawa ma nella logica dello sport. Avete mai sentito un allenatore dopo partita dire “abbiamo battuto una squadra di scarsoni”? No, gli avversari sono sempre formidabili, ci hanno messo in difficoltà, hanno interpretato benissimo la partita…

Il soccorso di Lewis, guarda caso, è arrivato dopo che la stampa britannica aveva sottolineato gli errori di Vettel a Suzuka (e non solo) :

Daily Mail: “Hamilton è in un campionato a parte. La sua superiorità è evidente e totale nei confronti di Vettel, che ha agito in questi giorni come un pilota autodistruttivo. Praticamente ha avvolto il titolo in una carta regalo e lo ha messo ai piedi di Hamilton. La manovra di Vettel contro Verstappen è stata stupida”

Guardian: “Suzuka porta la vittoria decisiva per il titolo. Hamilton non ha mai corso pericoli, perché Vettel ha chiuso il sipario dopo uno spettacolo terribile.  Seb commette sempre degli errori e  in Giappone non ha fatto eccezione”

Telegraph:La gara di Vettel è stata un disastro: ha tentato una manovra impossibile. Le sue speranze mondiali sono andate in fumo. È stata una manovra dettata dalla disperazione, è già il suo settimo errore in una stagione ormai senza obiettivi”

Più che tenere alto il morale di Vettel, Lewis ha pensato di aumentare i suoi meriti. Non vorrebbe proprio sentir dire che il suo quinto titolo è stato un regalo…  Certo che Seb non lo ha poi aiutato dicendo che in queste ultime gare “la Ferrari ha reso un po’ troppo facile la vita della Mercedes”…

Arrivederci alla prossima puntata

 

 

Share Button

24 pensieri riguardo “#Hamilton difende #Vettel: che cosa c’è dietro

  1. Hamilton e’ cosi’…regala perle di saggezza Zen quando sa di essere intoccabile, ma pesta i piedi o tiene il broncio quando le cose non vanno ( e chiedeva di non avere Rosberg alle interviste sul podio)…

    Credo comunque che le critiche a Vettel ci stiano, del resto se non performi come dovresti perche’ non sottolinearlo, e non scordiamoci che Vettel e’ quello che ando’ in Mercedes da Wolff e Lauda per cercare una sedia perche’ in Ferrari c’era troppo da lavorare… mentre quest’anno che la macchina l’aveva, ma mandato il campionato a viole.

    Furbetto e falso modesto Hamilton…non cambiera’ mai, ed il quinto titolo e’ suo…

    Michy

  2. Non vorrei fare pubblicita’, ma sul quotidiano sportivo (piu’ letto in Italia) rosa c’e’ una intervista a Flavio Briatore: secondo me ha letto dei commenti fatti fa questo blog a partire da Settembre e li ha ripetuti a memoria….

    Flavio che fai? Ci provi???

    Michy

  3. Grande Flavio..fece andare a muro Piquet per alzare le quotazioni di alinsomma e rifilarlo alla Ferrari per vincere il mondiale in cambio di un sacco di soldi..chapeau

  4. Bravo Direttore, concordo in tutto. Hamilton è un grande campione… ed anche un furbacchione. Riesce a girare a Suo favore ogni mossa dei Suoi avversari (Vedi le offese a Kimi nel post gara di Silverstone ed anche le accuse di trucchi a Spa per occultare le difficoltà Mercedes oppure la sceneggiata a Baku dopo la ruotata di Vettel lo scorso anno ed anche la sfida ai fischi del pubblico di Monza).
    In questi anni è maturato molto sotto l’aspetto caratteriale ed è riuscito a governare la furia agonistica dei primi anni dove commetteva diversi errori. Nel 2007 ha regalato in Brasile a Kimi ed alla Ferrari l’ultimo mondiale.

    1. condivido il vostro post….lewis è diventanto quasi imbattibile….come diceva lei,i primi anni pur facendo intravedere grandi potenzialità,commetteva degli errori stupidi,ma non solo il 2007,io ci metto pure il 2010,che è passato alla storia del titolo perso da alonso all’ultima gara,ma se andate a rivedere il film della stagione,ad un certo punto lewis alla pausa estiva aveva circa na quarantina di punti di vantaggio su alonso e vettel,dilapidando il tutto tra monza e singapore con quel doppio zero….cosa ne pensate signor zapelloni??

      1. Li hamilton era un brocco? Nel 2007 e nel 2010? E sicuramente avra’ fatto errori anche negli altri anni 2008 ecc, piu’ gli anni con rosberg.. Ora passa x imbattibile che non sbaglia mai.. La verita’ e’ che anche lui quamdo era sotto pressione sbagliava come lo fa vettel, no che e’ imbattile e’ piu’ forte di vettel… Si legga cosa ha detto hakkinen sul sorpasso di vettel a verstappen tentato a suzuka visto che avete detto tutti che ha sbagliato doveva aspettare ecc.. Poi si legga cosa ha scritto un suo collega mi sembra su motorline di vettel, l’ articola che ha scritto spiega tutto bene , e x concludere dice che la ferrari si deve tenere ben stretta un campione come vettel, il problema non e’ lui ma, chi comanda, e la squadra in generale, i suoi errori sono frutto di frustazione e pensare lui a cose che dovrebbero pensare gli altri in squadra e quando non ha aspettato x certi sorpassi e’ xche’ magari, sapeva che doveva farli in quei momenti, xche’ la macchina la guida lui, lui sa se poteva recuperare dopo, e gli sviluppi provati e ha visto che non funzionavano x niente infatti sono tornati indietro agli sviluppi di silvestone

    2. Solo un demente come vettel poteva dare una ruotato in regime di safety car..ma sai guidando una FIAt puoi fare quel che vuoi..La avesse fatto Verstappen lo avrebbero silurato dalla F1

      1. Abbiamo capito che ce l’ hai con la fiat… Se lo faceva hamilton in fiat come la chiami tu che diceci demente anche a lui? Ahahah bella questa

  5. Quindi state dicendo xhe hamilton e’ un furbo, falso che non pensa questa cosa che ha detto in difesa di vettel? Se cosi’ fosse si dimostrerebbe un piccolo uomo gia’ dimostrato nella storia con rosberg.. Io spero che era sincero…

    1. Hamilton non lo avrebbe mai fatto primo perché non ne ha bisogno secondo perché in Fiat non andrà mai..Per fortuna

  6. Quindi state dicendo che hamilton e’ un furbo e falso? Se cosi’ fosse, sarebbe un piccolo uomo come gia’ dimostrato la storia con rosberg.. Ma se invece fosse sincero molti di voi che stanno massacrando vettel, insultandolo continuamente dira che la colpa del mondiale perso e’ solo sua, un brocco sopravvalutato ecc, che ogni minima persona attacca, oggi palmer e briatore e fli altri giorni altri dovrebbero pensare un’ attimo a insultarlo cosi… Che ha fatto errori giustissimo , ma insultarlo tutti i giorni, dire che e’ un brocco ecc vuol dire non capire di f1.. Il mondiale lo avrebbe perso anche senza errori con queste mercedes delle ultime 3 gare… Arrivera’ quando se andra’ e vediamo la ferrari se vincera’ e se la colpa era sua del brocco, sopravvalutato…

  7. Bell’articolo! Condivido assolutamente l’analisi: Hamilton è tutt’altro che ingenuo o sprovveduto nel gestire la comunicazione. Chissà ora cosa frulla nella testa di Vettel, dato che di solito queste frasi si dicono a giochi fatti…

    1. Bell’ articolo . Marco, i giochi sono fatti è strafatti è Vettel lo sa ! Basta solo pensare che la Mercedes, per motivi di sicurezza, potrebbe permettersi di cambiare i motore completo di Hamilton ad Austin, dove si puo sorpassare, è avere un motore fresco per finire il campionato, perdendo il minimo di punti, E Vettel dovrebbe vincere ……

  8. Certo Nono, capisco. Volevo alludere piuttosto al suo futuro anche se non immediato nella prossima stagione. È pur sempre in pilota ancora giovane.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.