FormulaE: #Jaguar regina dopo il maxi tamponamento

Anche l’e-Prix di Roma, settima prova del campionato, è stata interrotta per un incidentone ripartendo dopo quasi un’ora di stop. Alla fine ha vinto Jaguar di Mitch Evans. Settimo vincitore in sette gare.

Peccato per quell’ora di stop dopo la bandiera rossa perchè alla fine l’e-Prix di Roma è stata o davvero combattuto con i duellanti, Evans (Jaguar) e Lotterer (Ds) incollati l’uno altro per 45’ fino a che Evans non ha mostrato i muscoli con un sorpassone cattivo tra i muri.

Quattro bandiere rosse in 7 gare… È il segnale che gli organizzatori devono fare qualcosa perchè questa FormulaE comincia ad avere un problema con circuiti cittadini troppo angusti per le potenze maggiorate delle sue monoposto di seconda generazione.

La gente ci crede, anche a Roma sono arrivati più di 35 mila spettatori, nonostante il tempo non proprio da primavera romana. Le case costruttrici, l’ho scritto e riscritto, pure, investendoci un sacco di denari. Ma se le gare continueranno a veder sventolate le bandiere rosse per permettere ai commissari di liberare la pista, alla fine lo spettatore potrebbe anche cambiare canale.

I piloti sono spesso aggressivi, avanzano allargando i gomiti e regalando sportellate a destra e sinistra, ma questa volta l’aggressività non c’entra con il maxi tamponamento di stampo autostradale. Se sbaglia chi sta davanti e finisce di traverso, quelli che arrivano dietro finiscono tutti nella mischia e il patatrac è fatto.

Il tutto dopo meno di 3 minuti di gara. Fate un po’ voi…

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.