Auguri #Abarth per i tuoi primi 70 anni

  • Nel 2018 Abarth ha venduto quasi 23.500 unità in Europa, con una crescita del 36,5% rispetto al 2017. Un bel numero con cui celebrare il suo 70 esimo compleanno.

Dici Abarth e pensi a uno dei tanti geni italiani che hanno popolato il mondo dei motori. Carlo Abarth (1908 – 1979) è uno che ha capito prima degli altri dove si poteva arrivare modificando le auto di serie e trasformarle in auto da competizione. O meglio in auto con cui divertirsi.Così è nata la casa che porta il suo nome e che quest’anno festeggia i suoi 70 anni.

La leggenda Abarth incomincia il 31 marzo del 1949 quando Carlo Abarth fonda la Abarth & C. con il pilota Guido Scagliarini: la prima vettura prodotta è una 204 A Roadster, derivata da una Fiat 1100, che vince immediatamente il campionato italiano 1100 sport e quello di formula 2. Da allora la storia dello Scorpione si è fatta sempre più importate raggiungendo record sportivi e industriali e seguendo la filosofia del fondatore, ovvero massime prestazioni, cura artigianale di ogni prodotto e costante affinamento tecnico.

Per tanti anni ho avuto una piccola Abarth in garage e posso assicurarvi che il divertimento era assicurato. È sempre senza mettere a rischio la sicurezza. Perché Abarth vuole dire prestazioni, magari anche esagerate, ma pure in sicurezza perché ogni intervento sulle auto è studiato, mirato e collaudato. Certo bisogna sempre tenere la testa collegata al piede dell’acceleratore. Ma questo vale anche se si gira in monopattino.

Per festeggiare i 70 anni, Abarth ha messo un bel logo su tutta la gamma che oggi è declinata in 595, 124 spider e 124 GT. Senza contare che Abarth significa anche sport e soprattutto rally essendo rimasto l’unico marchio italiano a correre su strada. L’anno scorso sono arrivate 40 vittorie, un titolo europeo e un titolo mondiale. “Un anno da record anche nel campo sportivo dove #Abarth 124 rally, alla sua seconda stagione di gare, si è affermata come la regina della classe R-GT registrando nel suo palmares oltre 40 successi di classe in 12 campionati nazionali, la vittoria dell’Europeo R-GT e della Coppa del Mondo FIA R-GT. Davvero dei grandi risultati che ci permettono di celebrare quest’anno con orgoglio il 70° compleanno del marchio Abarth”, ha detto Luca Napolitano.

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.