Barcellona 2 giugno 1996 la prima volta di #Schumi in #Ferrari

Barcellona 2 giugno 1996, Michael Schumacher conquista la prima delle sue 72 vittorie in Ferrari. È al suo settimo Gran Premio in Rosso, ha già conquistato due pole (Imola e Montecarlo) ma non è ancora riuscito a conquistare una vittoria…

In Italia è la festa della Repubblica. In Spagna regna la Monarchia e davanti a Re Juan Carlos anche la Ferrari trova il suo re. Michael Schumacher guida da re se non addirittura da Dio sotto un diluvio da fine del mondo. La sua Ferrari sembra un motoscafo e dopo una partenza incerta che lo fa scivolare dal terzo al sesto posto, comincia una rimonta inarrestabile che già al 12° giro lo catapulta davanti a Villeneuve e al resto del mondo.

Deve farsi perdonare la sciocchezza di 15 giorni prima a Montecarlo quando, dopo la pole, era finito contro le barriere al Mirabeau al primo giro. Cose che sono capitate a tutti i migliori (vedi Senna). Ma a Michael quella figuraccia proprio non va giù. Ne parla ancora nei giorni precedenti alla gara spagnola. Non si da pace e ha una gran voglia di rifarsi.

Nell’audio che vi allego qui sotto, recuperato da una mia vecchia microcassetta, racconta come la sua Ferrari si sia trasformata in gara. Non avrebbe scommesso un dollaro su quella vittoria. Dopo le qualifiche non credeva di avere la Ferrari per farcela. Poi è arrivata la pioggia. È arrivato il miracolo.

Qualche piccolo cambiamento dopo il warmup (ai tempi si provava anche la domenica mattina) e la Ferrari si è trasformata adattandosi al circuito e alle condizioni atmosferiche. Il resto lo ha fatto il re della pioggia. Perché Michael in certe occasioni bagnate ricordava davvero Ayrton.

Michael raccontava anche di aver avuto qualche problemino al motore (“per metà gara la mia auto andava a 8 o 9 cilindri… e ho temuto il peggio, invece tutto ha continuato a funzionare e ora possiamo dire che il nostro motore funziona benissimo anche come 8 cilindri…”.

Quell’anno poi arrivarono altre due vittorie a Spa e a Monza, due delle piste preferite di Michael e della Schumacher. Il 1996 era solo un aperitivo, ma nessuno dopo quella prima stagione, immaginava che si sarebbe dovuto aspettare così tanto per il pranzo…

Ps: per la cronaca quel 2 giugno a Barcellona giocai sulla vittoria di Michael nella solita riffa in sala stampa. Mi portai a casa qualche pesetas. Ma soprattutto il ricordo di una giornata storica.

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

1 Comment

  1. Grazie per questo splendido ricordo..

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.