#BrasilGp: pasticcio Rosso #Ferrari. Due bambini all’autoscontro

L’autoscontro Ferrari colora di Rosso il Gran Premio del Brasile dominato da Max Verstappen e da una Red Bull davvero sorprendente, al limite del sospetto.Patatrac Rosso.

Figuraccia in mondovisione in coda a una giornata in cui la Ferrari non era mai stata in lotta per la vittoria. Vettel e Leclerc si sono eliminati a vicenda a pochi giri dalla fine mentre stavano lottando per la quarta posizione in gara, il terzo posto in campionato, non per la vittoria.

“Così non va”, ha detto Binotto. “Devono capire che ognuno di loro avrà una parte di colpa. Non era necessario quest’incidente”. Vettel e Leclerc si sono comportati come due bambini all’autoscontro. Assurdo.

Avevano gomme fresche, non avevano ordini di scuderia. Sono finiti fuori tra gomme scoppiate, scintille, parolacce in mondovisione oscurate dai vip della regia. “Che diavolo ha fatto!” Prima lo dice Vettel, poi lo urla Leclerc. Il resto sono parole censurate.

La formula dei due galli nel pollaio Ferrari deflagra clamorosamente alla penultima gara di una stagione dove in palio c’era al massimo la supremazia interna. Figuratevi che cosa potrebbe succedere il giorno in cui la Ferrari potrà lottare per il campionato del Mondo. Il danno oggi è lieve, costa un quarto e un quinto posto, ma è enorme in prospettiva.

La coppia Ferrari che futuro ha? Vettel e Leclerc potranno continuare a correre spalla a spalla con in mente il bene supremo della Scuderia? Toccherà a Mattia Binotto, fin qui bravissimo a tenere calmi i suoi ragazzacci dopo le scintille di Monza, riportare la pace. Ci riuscirà? Oggi è impossibile dirlo. Certo Binotto non dovrebbe essere lasciato solo: in un caso così servirebbe un intervento duro e inequivocabile di chi la Ferrari la possiede e la presiede.

Ma la domanda è soprattuto una: di chi è stata la colpa? Vettel era quarto, si era fatto sorprendere come un pivello da Albon alla ripartenza dopo la Safety Car (per il ritiro di Bottas con il motore in fumo) aveva gomme meno fresche, Leclerc (che non scordiamo partiva 14°) lo ha pressato e lo ha passato, ma il duello non è finito, è proseguito ruota a ruota con Seb che ha corretto con lo sterzo la traiettoria verso Leclerc. Non per colpirlo. Solo per far capire che era ancora lì.

Impatto. Saltano due gomme. Saltano i nervi. Salta la pace che resistere artificialmente. Leclerc non dà la colpa a Vettel ed è sicuro che una cosa così non capiterà più: “Siamo maturi per sapere che il nostro rapporto non ne risentirà”. Vettel non si prende messia responsabilità: “Pensavo di essere passato… stavo andando dritto in rettilineo”. La colpa è di tutti e due, indubbiamente. Tanta foga tra compagni non va bene. Troppo testosterone in pista. Sembrava che ognuno volesse dimostrare di averlo più grosso dell’altro.

Risultato? Figuraccia Ferrari. No ragazzi, così non va.

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

37 Comments

  1. Quanto accaduto oggi in Brasile tra Vettel e Leclerc, prima o poi, era inevitabile e si era già, in parte, rischiato a Sochi. Io non vorrei essere nei panni di Binotto, ma, a questo punto, non si può negare che la convivenza tra i due galletti sia diventata insostenibile, nonostante il tentativo di nascondere la polvere sotto il tappeto. Detto questo, le due Red Bull e la Toro Rosso di Gasly quanto erano forti in rettilineo? A suo avviso, c’è da pensare male come Verstappen ha fatto per la Ferrari?

    1. Molto spesso chi accusa per primo lo fa per nascondere le sue colpe… ma non credo a giapponesi ladroni

      1. nelle analisi di Motorsport parlano di testata del nuovo motorone Honda molto simile a quella ferrari e guarda caso dopo la visita di Honda alla fabbrica che produce parti del motore ferrari. se ne parlava anche prima della gara di domenica…nessuno dice che siano ladri , ma copioni magari si.

      2. Sempre stati maestri

  2. Assolutamente d’accordo sull’analisi. Al di là della figuraccia, per tutto il weekend ho avuto la chiara impressione che a livello aerodinamico o di telaio la Ferrari non ci sia ancora. Le migliorie di metà stagione non sono riuscite a correggere un progetto impostato male e la prestazione scompare non appena abbiamo una pista che richiede alto carico. Il team mi pare inerte, con queste premesse come possiamo essere ottimisti per il prossimo anno?

  3. se ancora c’era qualche dubbio sulle capacità del quattrovoltecampionedelmondo, ecco che ormai lo ha rimosso: è un campione sopravvalutato. Non è stato capace di difendersi alla ripartenza, una volta superato non ha trovato nulla di meglio che sterzare a sinistra per andare verso l’avversario/compagno. Se non ci sono ordini di scuderia, non riesce a batterlo. non ce n’e. E adesso in ferreri si sicuro sanno di avere due campioni, ma uno è bollito. Qualcuno avanzerà la scusa che le sue gomma (del tedesco) non erano fresche ma il problema è che nemmeno il campione lo è, da molto.

    1. Il sei volte campione del mondo che con la macchina nettamente superiore a tutti della griglia, si fa superare da max 2 volte da albon, e poi gli va addosso con una manovra da principiante rovinandogli la gara… Se non ha la macchina dominante in gara o quasi non e’ niente di speciale come ha detto max che dichiaro’ che con la stessa macchina batterebbe sia lui che leclerc e che con la mercedes vincerebne chiunque pilota della griglia… Ha dimostrato ieri che aveva ragione lo batterebbe con la stessa macchina… L’ hanno gia’ fatto button e rosberg quindi….

      1. Il sei volte campione del mondo non aveva la macchina migliore in griglia….ù
        basta vedere come lo hanno battuto sul dritto sia Versappen che Gasly nell’ultimo giro

      2. Gasly l’ ha battuto xche’ aveva l’ ala danneggiata hamilton zapelloni…. X max aveva appena fatto il pit e aveva gomme nuove… Non difenda hamilton a prescindere .. Ha ragione max con la stessa macchina e’ superiore a lui… E a leclerc

      3. Non credo

      4. Cosa crede che leclerc sia superiore a max? Ma se le prende da un bollito che deve andare a casa e ritirarsi…

      5. Non credo sia bollito. Cerchi di rispettare Vettel

      6. Mi dice a me di rispettare vettel? Io che lo difendo sempre zapelloni? Io bollito lo chiamo cosi xche’ ce gente che scrive qua che lo chiama bollito ed io uso ironicamente il termine bollito x fare capire a certa gente che non e’ bollito, brocco, sopravvalutato e tutte le cavolate che la gente scrive di lui… La risp non credo lei l’ ha data al mio commento sul fatto che max con la stessa macchina e’ superiore ad hamilton e leclerc non che vettel e’ un bollito… Portate rispetto x un 4 volte campione del mondo con 57 pole e 53 vittorie in carriera il terzo pilota piu vincente della storia della f1!!!

  4. La formula 1 cade sempre più in giù tra furbizie e colpi bassi. A parte l’autoscontro Ferrari, Mercedes a giocato con furbizia, non facendo rientrare Bottas ai box ( perdeva olio da mezzo giro abbondante ) e lasciandolo parcheggiare dopo l’uscita dei box per avere la safety car. Nessun commento da parte della FIA….
    Hamilton butta fuori Albon ( lo dice lui stesso ) e se sara penalità , dopo ore, avranno impedito a Sainz di andate sul podio. Stranamente, nessuna protesta Red Bull…….. ( amici per via dei chiarimenti richiesti alla FIA ? )
    FIA al di sotto di tutto……

    1. D’accordo sul folle ritardo che ha negato a Sainz il podio

      1. E per la “furbizia” Mercedes ? Non le pare ?

  5. Vettel era quello con le gomme piu’ usate tra albon, lui e leclerc… Quindi hamilton che si e’ fatto sorpassare da max 2 volte e da albon anche lui oltre ad avergli rovinato la gara cos’ e stato? Un pivello principiante…. Be vettel arrivava piu’ veloce e lo stava passando…. Aveva il muso davanti…. Be leclerc con la ferrari come ogni pilota che parte dietro dei top team si sa arrivano sesti almeno troppa differenza con le altre macchine.. Senza safty car era ha 12 sec da vettel quindi…. La ferrari non ha il passo gara di mercedes e spesso di red bull… Poi che il motore honda tra ieri e oggi era improvvisamente il piu’ veloce risulta molto ma molto strano… Ma qua red bull e max non parlano piu’… E mercedes non parla? Ma soprattutto ferrari zitta come al solito…

  6. Per dare il mio parere sul autoscontro, una semplice cosa : gomma anteriore destra contro gomma posteriore sinistra, chi vede meglio ? Vettel che e davanti o Leclerc dietro ? Fatto spiacente della cosa, non e mai bello…..
    Basta ricordarsi Barcelona 2016, Rosberg vs Hamilton……

    1. Non c’è dubbio, Vettel era davanti, ma è lui a piegare verso l’interno. Non ne aveva bisogno, sarebbe arrivato davanti alla curva successiva, ma ha voluto fare un movemento intimidatorio solo che Charles non ha alzato il piede.

      1. E vero, quindi 50/50 per i fatti, testardi tutti due. Un altra cosa mi fa pensare, le Ferrari sono fragili, basta vedere la ruota di Leclerc.
        Nei contatti Ricciardo/ Magnussen e Albon/Hamilton, non si e rotto niente…. almeno alle sospensioni.

      2. Sfiga. Chiamasi sfortuna.

      3. Guardi che anche leclerc fa il movimento leggero verso destra verso vettel si guardi gli onbard di leclerc si vede benissimo

      4. No, lo vede solo lei, mi spiace

  7. Vettel farebbe migior figura se si ritirasse alla fine di questa stagione

    1. E perché? Guardi gli ultimi risultati in qualifica

    2. Pensa sono 6 gare che va piu di leclerc e quindi se leclerc le prende da uno che si deve ritirare allora auguri x la ferrari….

    3. Si guardi l’ onbord di leclerc ce il video sequenza x sequenza zapelloni e vedra’ se lo vedo so io….

  8. Gentile Direttore, altro errore di Vettel. Non tanto per la dinamica, ma per il “movente”. E’ stato sorpassato da chiunque senza mai opporre resistenza.. Poi viene sopravanzato da Leclerc e reagisce con una grinta spropositata che denota una insicurezza personale pericolosa per un pilota di F1. Come ripeto ormai da anni non e’ questione di “crisi”. Vettel e’ questo da sempre. Manca solo Adrian Newey.. Per questo ritengo un grave errore da parte del Team Ferrari il rinnovo a 40 milioni di ingaggio.. Una curiosità’: fu una scelta di Arrivabene o del Presidente Marchionne?

    1. Il primo ingaggio di Vettel risale all’epoca Montezemolo/Mattiacci….
      Il rinnovo è di Marchionne…

      1. Credo che bisogna valutare la stagione complessivamente e non lasciarsi dominare dalle emozioni.Leclerc si e’ dimostato un pilota di grande talento e senza dubbio sarà il pilota della Ferrari del futuro, ma deve aver pazienza a maturare ancora.. Vettel, il tanto discusso, rimane un signor pilota .Del resto se oggi c’è un dualismo, questo esiste perché anche Seb sa farsi valere.Rimane il fatto che la Ferrari debba risolvere problemi sulla gestione complessiva delle gare, delle strategie e non ultima, mandare in pista macchine al livello degli avversari soprattutto nell’individuarere l’ottimale logoramento delle gomme.che soffre sempre più degli altri team.

  9. Signor zapelloni hanno sbagliato entrambi ma perché la maggior parte dei tifosi odia così tanto Seb tanto da chiedere il ritiro a fine stagione nonostante da singapore in poi è più competitivo del suo compagno e anche ieri,escludendo gli ultimo giri con gomma fresca, era più lento di Seb nonostante avesse il motore nuovo con possibilità di usare un mappatura più spinta per più giri,è assurdo quello che sto leggendo,difendono sempre Leclerc non importa cosa fa lo difendono e lo glorificano a priori ,capisco anche che il giovane emergente piace ma ripeto da singapore in poi e forse già da monza Seb è complessivamente più VELOCE di Charles. Io mi chiedo perché odiare così tanto Seb perché?

    1. Xche’ x 2 gare vinte una grazie a vettel a spa l’ altra a monza x il cambio di valutazione sui contatti di gara dopo la ladrata fatta a vettel in canada anzi lui peggio xche’ vettel veniva dall’ erba… e x le pole fatte, ma nessuno si ricorda le pole di monza e messico come sono arrivate, a monza con scia l’ avrebbe fatta seb, in messico max e vettel era davanti nei parziali come hamilton e bottas e da 4-5 posto grazie alla cavolata di max si e’ ritrovato in pole… In austria vettel non ha partecipato alla q3 … Lui assetta la macchina x la qualifica come amesso da lui stesso infatti in gara quasi sempre va meno di vettel e le gomme gli durano meno di vettel…. Ma si guarda solo le cose che fanno comodo… Ormai si odia vettel si pensa che il problema sia lui quando il problema non sono i piloti ma la macchina muretto ecc.. Zapelloni lei dice cambio ce stato guardando le pole… Mi meraviglio di lei che e’ del mondo delle corse da anni… Io posso fare anche 18 pole ma se non ho il passo gara non me ne faccio niente va bene su alcune piste monza, spa forse e singapore x come sono le caratteristiche della sf90 nelle curve quasi imbarazzante rispetto a rdb e mercedes… La mercedes 2013 che faceva un sacco di pole non le ricorda niente? In gara che faceva? Niente non aveva passo consumava troppo le gomme ecc come la ferrari la ferrari non le consuma come quella mercedes del 2013 ma avendo poco carico le gomme x la sf90 sono un problema… Mi meraviglio di lei zapelloni come x lo spostamento di leclerc ieri che dice che non ce si guardi su internet ce il video che lo fa vedere bene… Poi cr7 la cosa bella sai qual’e? Che tutti odiano , insultano dicono vettel brocco, bollito, ritirati ecc ma da quando da singapore hanno messo piu’ carico e va bene x il suo stile e’ stato piu veloce di leclerc pensa te un brocco, bollito che deve ritirarsi che batte e sta davanti a questo osannato fenomeno leclerc che le prende da questo brocco… Anche ieri con motore nuovo di zecca con possibilita’ di sfruttarlo a pieno x 2 gare dietro vettel in qualifica e in gara andava meno di vettel come ritmo.. E questo sarebbe un fenomeno assoluto? Che e’ bastato mettere un po di carico come vuole vettel x essere costantemente battuto dal brocco vettel? Fatevi 2 domande….

    2. Concordo. Per me, Leclerc, forse perché è più giovane, è stato messo subito, e troppo velocemente, su un piedistallo, Nello scontro in brasille, era lui che aveva il più da perdere. Poteva muoversi verso sinistra e perdeva solo due punti su Verstappen, ma per testardaggine non lo ha fatto……. .
      Dopo mi chiedo sempre perché odiare un pilota ( o una squadra di calcio ) : tanto non ti conoscono e si fregano di te…… Non si conosce la persona, solo tramite quello scritto sui giornali (…… ), non si sa cosa si passa veramente dietro le quinte, e si vede giudizi ( e fatti ) da far paura. invece, si dovrebbe aver rispetto anche per il ultimo dei 20 piloti che sono in formula 1 perché, almeno io, non sono mai stato capace di fare il decimo !!!

  10. “….Mattia Binotto, fin qui bravissimo a tenere calmi i suoi ragazzacci ….”
    Wow , e’ stato talmente bravo che si e’ arrivati al patatrac !
    La Ferrari e’ cosi disabituata a gestire 2 piloti che quando se li ritrova pasticcia. Alla faccia delle roboanti battutone sui maggiordomi……..
    La verita’ e’ che ,maggiordomi o no, comanda il team principal. Se il team principal non usa bene carota e bastone questi sono i risultati.
    Sin da inizio stagione Binotto ha puntato sul cavallo sbagliato ed e’ stato costretto a rincorrere le sue scelte combinando ulteriori pasticci.
    Se non gestisce 2 piloti quando non c’e’ in palio nulla figuriamoci quando i giochi si faranno seri.
    Fallimento.

    1. Perchè Rosberg e Hamilton a Barcellona qualche anno fa?
      Perchè Webber e Vettel in Turchia parecchi anni fa?
      Perché Hamilton e Alonso in McLaren?
      Mi sembra che non ci sia squadra esente da errori di questo tipo…

      1. Gia’ , errori.
        Altro discorso e’ l’essere incapaci nel gestire 2 piloti.
        Le dichiarazioni di Binotto ad inizio stagione erano chiare: 1 punta. Questi sono i risultati.
        Sbagliato sbilanciarsi ed esporsi cosi. Tentava di aiutare psicologicamente Vettel nel tentativo di recuperarlo ?
        Disastro. Merce rara la gratitudine.
        Nonostante le responsabilita’ personalidei piloti , resto convinto che a monte c’e’ la Direzione debole.

  11. Il punto più basso di una stagione deludente, figlio evidentemente di una situazione che per troppo tempo i vertici in rosso hanno cercato di nascondere con dichiarazioni di facciata. Dovranno riflettere e lavorare molto questo inverno se non vogliono consegnare un altro facile titolo ad Hamilton & co.
    Nelle ultime gare si è vista una mancanza di passo la domenica a fronte di prestazioni convincenti in qualifica…sembra che dopo le tre vittorie di fila ed altre buone gare siano riemersi i limiti tecnici della vettura, come se ci si fosse adagiati sugli allori pensando di aver risolto tutti i problemi. Saluti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.