#BritishGp pagelline: Verstappen e Leclerc show. #Ferrari: Vettel che combini?

Pagelline del BritishGp con l’obbligo di andare ancora una volta a colpire Sebastian Vettel e le strategie Ferrari. Sembra proprio che a Maranello stia cambiando gli equilibri e che il giovane Leclerc possa aver scavalcato il quattro volte campione del mondo che da un anno (con qualche rara eccezione) non è più se stesso…

10 a Verstappen e Leclerc. Il futuro è loro e in qualche occasione anche il presente. Il loro duello ha infiammato il BritishGp e costretto le telecamere a ignorare chi stava vincendo la gara per seguirli. Ruota a ruota, sorpassi e contro sorpassi, Lasciateli correre e ci divertiranno.

9 a Ross Brawn. Quando ha detto che certe piste come Monza, Silverstone, Montecarlo e Spa dovranno restare sempre in calendario, ha dimostrato di aver capito la vera essenza di questo sport. Vanno bene Bahrain, Vietnam o Miami, Ma la storia va conservata e preservata,

8 a Hamilton e Bottas. Lewis ha vinto grazie alla Safety che gli ha permesso di risparmiare tempo al cambio gomme, ma anche perché ha potuto variare la sua strategia. In pista Bottas non lo ha passato, anzi il finlandese ha respinto bene i suoi attacchi. Un duello finito alla pari. Ma non per la classifica.

7.5 al piccolo Sainz. Perché tutti parlano di Norris. Lando qui, Lando là, ma alla fine Carlos Jr va a punti con la sua McLaren respingendo pure gli attacchi di un certo Ricciardo. Non ignoriamolo.

7 a Gasly. Finalmente una gara all’altezza di quanto fatto vedere nelle Formule minori, anche se è ancora lì a chiedersi come abbia fatto Leclerc a sorpassarlo…

6.5 a Raikkonen. Battuto in qualifica da Giovinazzi, in gara porta ancora a punti l’Alfa Romeo che aveva ben celebrato il suo weekend portato in pista la stoica Alfetta. Peccato per il problema a Giovinazzi che ha innescato la Safety e tolto pu ti sicuri ad Antonio.

5 alla Renault. Bravo Ricciardo che parte e arriva settimo. Ma la Renault continua a stare dietro alla McLaren e il motore è lo stesso…

4 al cambio gomme Ferrari che ha rimandato in pista Charles con un secondi di ritardo. I ragazzi in rosso spesso protagonisti e autori di mosse vincenti, questa volta hanno perso il confronto.

3 a Sebastian Vettel. Aveva azzeccato la strategia, ma poi dopo aver già subito un sorpassone di Gasly ha reagito a quello di Verstappen con una manovra sconsiderata. Un errore da pivellino, non da campione del mondo. Si è scusato, bravo. Ma ha davvero bisogno d’aiuto.

2 a chi come noi ha gridato alla noia dopo il Gp di Francia. Beh da un paio di gare non si può rischiare il sonnellino, anche se le Mercedes dominano come ieri…

1 a Magnussen e Grosjean che pronti via si sono eliminati fra di loro. Davvero un toccasana per una squadra come la Haas che è già in crisi. E non solo di risultati.

0 alla Ferrari che si è lasciata sorprendere dal cambio gomme di Verstappen sotto Safety Car. Senza il crash di Vettel avrebbe lasciato Charles giù dal podio. Non è la prima volta che, concentrata su un pilota, la Rossa perde di vista l’altro e si lascia sorprendere. Più di un campanello d’allarme.

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

2 Comments

  1. E’ da un pò che continuo a scrivere che Leclerc è sicuramente meglio del quattrovoltecampionedelmondo. Gli dà sempre la paga in prova e solo gli ordini di scuderia non gli consentono di essere già davanti a questo pseudo pilota ormai bollito. Sarebbe una sorpresa se ferrari lo riconfermasse anche per il prossimo anno. Sarebbe stimolante vedere Leclerc affiancato a Verstappen: una coppia così in ferrari forse sarebbe l’unica in grado di contrastare efficacemente Hamilton, anche se questo pilota ancora una volta ha dimostrato di cosa è capace: giro record all’ultimo strappando il miglior tempo anche a Bottas che aveva cambiato le gomme con questo unico scopo.Eccezionale.
    Nel mondiale costruttori se anche Gasly comincia ad ingranare, vedo una gran bella lotta tra Honda e ferrari. Certo che per quest’ultima che parte, come ogni anno, per lottare per il mondiale, arrivare dopo Verstappen con i piloti e dopo la Honda nei costruttori, sarebbe un disastro totale. Hanno perso la loro identità.

  2. Ahahahaha bella questa che ridere

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.