#Ces2020 #Sony sorprende il mondo con la sua Vision-S

Un’esercitazione? Una nuova sfida? Chissà, ma di sicuro Sony ha sorpreso il mondo dell’auto motive presentando al Ces di Las Vegas la sua Vision-S.

Vision-S è un autentico concentrato di elettronica applicata a un’auto a zero emissioni. Sembra già molto più di una semplice concept-car, rappresentando l’idea di Sony per la mobilità del futuro con una ricerca di sicurezza, affidabilità, comfort e intrattenimento.

Il primo prototipo di Vision-SVISION-S incorpora le tecnologie sensoriali e di imaging di Sony e un software di bordo controllato attraverso l’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale dell’azienda e di tecnologie di telecomunicazione e cloud, così da garantirne aggiornamento costante ed evoluzione delle caratteristiche.

Nel veicolo sono integrati 33 sensori, inclusi sensori d’immagine CMOS e sensori ToF, per rilevare e riconoscere oggetti e persone all’interno e all’esterno del veicolo stesso e offrire un supporto alla guida altamente avanzato. Il “360 Reality Audio” di Sony garantisce un’esperienza audio profonda e immersiva, attraverso i diffusori integrati in ogni posto auto, così da avvolgere i passeggeri nel suono. Di fronte ai sedili anteriori è posto uno schermo panoramico su cui è possibile fruire di un’ampia gamma di contenuti, attraverso un’intuitiva interfaccia utente.

Sony ha collaborato con diverse aziende per portare quello che è possibile vedere su Vision-S. Parliamo di collaborazioni con Bosh, Continental ma anche NVIDIA e Qualcomm. E continuerà a farlo in combinazione con le proprie tecnologie all’avanguardia per offrire maggiore sicurezza e affidabilità, facendo al tempo stesso il possibile per ispirare nuove emozioni attraverso rivoluzionarie esperienze di intrattenimento in auto.

Dalle poche informazioni svelate durante la presentazione è stato possibile carpire come l’auto possegga un software di bordo controllato attraverso l’intelligenza artificiale di Sony. Ecco che l’auto, seppure futuristica, risulta a tutti gli effetti un’auto ed ecco che possiede un doppio motore da 200 kW con la possibilità di accelerare da 0 a 100 Km/h in soli 4,8 secondi ad una velocità massima di 238 Km/h. Chiaramente si parla anche del supporto alla connettività 5G come anche dell’uso dell’Intelligenza Artificiale avanzata alla guida assistita e ad altre feature che non sono state del tutto svelate.

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.