Dentro l’#Osca. Gran lavoro di archeologia di #Cavicchi

I libri da consigliare per un regalo di Natale motoristico non finiscono mai. Ieri mi è arrivato l’ultimo lavoro di Carlo Cavicchi “Dentro l’Osca”, quel miracolo bolognese che seppe stupire il mondo (Minerva edizioni, 35 euro). Un librone pieno di curiosità e di foto meravigliose di Walter Breviglieri uno che sapeva scattare, ma anche correre in auto.

Ma che cos’era l’Osca? Osca sta Officine Specializzate Costruzione Automobili ed è l’altra Maserati, ossia la casa automobilistica di San Lazzaro, attiva tra il 1947 e il 1967, fondata dai fratelli Ettore, Ernesto e Bindo Maserati che 10 anni prima avevano venduto alla famiglia Orsi la casa del Tridente.

Cavicchi ha ricostruito una storia unica, molto italiana, molto bolognese partendo da una miniera d’oro: l’archivio fotografico praticamente inedito di Walter Breviglieri. Ci ha aggiunto le testimonianze dei tre superstiti di quell’impresa Mauro Fantuzzi, Martino Avoni e Luciano Rizzoli; ha completato l’opera con i vecchi racconti di Maria Teresa De Filippis e Stirling Moss e il goiello è qui pronto per essere sfogliato.

Una grande operazione di archeologia con il merito di riportare in vita una grande storia, una di quelle storie che oggi meriterebbero una fiction televisiva. La Osca era nata per correre e lo fece mettendo al volante alcuni dei migliori piloti dell’epoca a cominciare da Luigi Villoresi che vinse con la MT4 vinse il Gran Premio di Napoli del 1948 e poi la Targa Florio.

La vittoria più prestigiosa è quella ottenuta con Stirling Moss alla 12 ore di Sebring nel 1954. “Un’espererienza per me indimenticabile che nacque quasi per caso”, racconta nel libro Moss.

Ma la Osca ci provò anche in Formula 1 partecipando a quattro stagioni del Mondiale (dal 1951 al 1953 e poi nel 1958), riuscendo però a correre solo 4 Gran Premi con il nono posto di Franco Rol al Gp d’Italia 1951 come miglior risultato.

Altri consigli natalizi:
https://topspeed.blog/ferrari-alfaromeo-senna-lamborghini-le-mans-libri-per-natale/

https://topspeed.blog/hamilton-il-figlio-del-vento-raccontato-da-mara_sangiorgio/

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.