E fusione sia: con #Fca e #Psa nasce il quarto gruppo al mondo

Il comunicato congiunto è arrivato poco fa. Fca e Psa si fondono perché nel mondo dell’auto di oggi, in epocale trasformazione, l’unione fa la forza.

Il matrimonio era inevitabile, farlo con Psa piuttosto che Renault non cambia molto, anzi. Rispetto all’alleanza sfumata manca la penetrazione che Nissan garantiva in Giappone e in Asia, ma dal punto di vista dell’elettrificazione il Gruppo Psa porterà in Fca valore e competenze pari a quelle che avrebbe portato la Regie.

John Elkann sarà il presidente del nuovo gruppo, mentre Carlos Tavares ne sarà l’amministratore delegato. Gli azionisti festeggiano visti i dividendi in arrivo. Per i lavoratori del Gruppone cominciano invece mesi di terrore perché Tavares oltre che fame di grande manager ha fama anche di tagliatore nel nome dell’efficienza.

  • L’aggregazione crea il 4° costruttore automobilistico al mondo per vendite annuali (8,7 milioni di veicoli)
  • Inizialmente la società risultante dalla fusione beneficerebbe di margini tra i più elevati nei mercati ove presente, sulla base della solidità di FCA in Nord America e in America Latina e quella di Groupe PSA in Europa
  • L’aggregazione unisce la forza dei brand dei due gruppi nei segmenti luxury, premium, veicoli passeggeri mainstream, SUV, truck e veicoli commerciali leggeri, rendendoli ancora più forti
  • La società risultante dalla fusione unisce le ampie e crescenti competenze di entrambe le società in quelle tecnologie che stanno plasmando la nuova era della mobilità sostenibile, tra cui la propulsione elettrificata, la guida autonoma e la connettività digitale
  • Sinergie annuali a breve termine stimate in circa 3,7 miliardi di euro, senza chiusure di stabilimenti
  • Management team congiunto altamente stimato e riconosciuto per un’eccezionale creazione di valore e comprovato successo in precedenti aggregazioni aziendaliIl Consiglio di Amministrazione della società capogruppo olandese avrebbe una rappresentanza bilanciata e una maggioranza di consiglieri indipendenti. John Elkann Presidente e Carlos Tavares CEO e membro del Consiglio

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.