#Ferrari istruzioni per l’uso della coppia scoppiata

La caccia al colpevole in casa Ferrari è già finita. Non interessa a nessuno chi sia stato il più responsabile tra i due. Interessa sapere se in prospettiva 2020 Vettel e Leclerc potranno ancora convivere…

In questi minuti il partito del #VettelOut si sta ingrossando a vista d’occhio. Agli iscritti della prima ora si stanno aggiungendo anche le adesioni di chi abitualmente si occupa solo di altri sport. Un classico italiano. Ma il problema non è neppure questo.

Domenica a caldo, ai microfoni di Sky, Charles Leclerc ha detto: “Tutti e due, alla fine, siamo abbastanza maturi per capire che queste cose succedono. Sicuramente, è arrivato nel momento più sbagliato, perché stavamo battagliando per il terzo posto. Sono molto dispiaciuto, ma sono sicuro che i rapporti con Vettel resteranno uguali”.

Non credo che i rapporti tra i due potranno mai tornare ad essere normali per il semplice fatto che non lo sono dal giorno zero del loro rapporto. Ricordate quando alla fine della scorsa stagione prima Vettel disse pubblicamente che avrebbe riconfermato Raikkonen e poi Leclerc che dichiarò “Alla Ferrari vado per vincere”.

In pista se le sono suonate subito. Australia, Bahrain, Monza, Russia, Giappone e alla fine Brasile. Le scintille sono esplose in sei weekend su 20, fate un po’ voi. E comunque sono dell’idea che sia meglio essere arrivati al grande botto ora, piuttosto che all’inizio della prossima stagione. Ora c’è il tempo per chiarire in attesa di ripartire.

Dividere la coppia? No. E non sono perchè lo impone il contratto. Leclerc deve ancora migliorare per avere la responsabilità da prima guida Ferrari. E’ veloce, velocissimo, ha il futuro dalla sua, ma deve ancora imparare a gestire certi momenti della sua personalità straripante. Vettel sembrava finito un anno fa, ma lo stimolo del compagno più giovane, lo ha portato a risorgere. Guardate i risultati in qualifica degli ultimi Gp per credere: da Singapore ad oggi conduce lui 3-2.

Per battere Mercedes (e Red Bull) serve una coppia forte. Oggi la Ferrari ha la coppia più forte, perchè spezzarla? Abbiamo visto come sotto pressione anche Lewis e Max possono sbagliare e sono convinto che sia più semplice pressarli con due piloti.

La mia ricetta è questa: partenza alla pari. Stesse opportunità per tutti e due. Poi dopo 5 gare si decide: se uno dei due è nettamente avanti sarà lui l’uomo su cui puntare. E’ la ricetta Todt. Certo per lui era facile, di fianco a Schumacher ha avuto Irvine, Barrichello e Massa… tanto che il presidente Montezemolo ha sempre detto: “Avevamo una prima guida e una seconda guida in grado di vincere delle gare se la prima avesse avuto dei problemi”. Per Binotto sarà più complicato. Ma con una macchina vincente sarà un gran bel problema da avere.

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

13 Comments

  1. Quest’anno fin da subito in ferrari si era detto che entrambi valevano 50% ma, a parità di condizioni, al tedesco sarebbe stata data la precedenza e, in effetti, ci sono stati ordini di scuderia molto chiari nei confronti di Leclerc. vettel non farà mai il secondo a Leclerc che, comunque, ha la stessa età di Verstappen che, in RB, è prima guida, quindi perchè lui no in ferrari? E’ più veloce, è più costante, in gara sembra non soffrire la pressione (anche dominica ha gestito Bottas; è vero che in rettilineo ne aveva di più, ma l’altro aveva anche gomme più fresche). deve solo crescere e lo farà indipendentemente da vettel. Ormai è chiaro che il tedesco vede il suo ruolo molto sminuito: è da un anno che sto dicendo che vettel è bollito e da sempre che, a parte che con la RB, in 6 anni in rosso non ha raccolto nulla lasciando chiaramente capire che campione lo era e non lo è più, da molto. Per il bene ferrari forse sarebbe addirittura meglio si togliesse di torno subito ma non lo si può dirottare in Alfa Sauber come fatto con Raikkonen. Le 5 gare per determinare chi merita di essere la prima guida sono un bel tentativo di non decidere nulla e, comunque, di non fare le cose correttamente. Cosa accade se in queste 5 gare uno dei due dovesse ritirarsi per qualsiasi motivo? E come dovrebbero gareggiare in queste 5 gare? ognuno con il coltello tra i denti e “vale tutto”? In tutte le squadre c’è una prima e una seconda guida, più o meno dichiarata. Anche in Mercedes dichiarano di lasciar liberi i piloti di battersi anche tra di loro ma poi, agli effetti pratici, concedono a Bottas di sfogarsi quando i giochi sono fatti, soprattutto se a favore di Hamilton.

  2. Speriamo x vettel che se ne vada ne ha subiti tanti di offese e tutto il resto… Vedremo cosa combina sto piangina leclerc todt. .. Non vedo l’ ora ma se non vince e continua a fare errori vediamo chi salira’ sul carro…. E’ sempre giustificato, intoccabile, ecc la colpa e sempre e comunque di vettel… Quando lo batte praticamente sempre nelle ultime 6 gare lo batte x aiuti del muretto… Ridicoli… Siamo seri…. Vattene seb fidati! Peccato non puoi leggere questo post…

    1. Ma il problema è dove può andare? Non in Mercedes non in RedBull…

  3. La cosa ridicola è che vogliono far passare i 2 idioti per campioni..che lottano tra di loro per il titolo..

    1. Idioti non mi pare la parola giusta

  4. Secondo lei in termini di velocità pura Seb ha perso qualcosina rispetto a qualche anno fa?

    1. Più che in velocità pura direi che nei corpo a corpo ha perso qualcosa

  5. Buongiorno Zspelloni, di certo sono la coppia più forte e Vettel non ha opzioni all’altezza, concordo con lei. Analogamente la Ferrari non ha alternative all’altezza (credo). Vedremo chi si conquisterà il titolo di prima guida. Però è indubbio che l’esperienza di Vettel aiuta molto la squadra nel supportare gli sviluppi. In passato questa caratteristica era molto importante per vincere, lei crede che oggi, nonostante i simulatori, sia ancora così? Grazie

    1. Purtroppo oggi conta meno…

      1. Riterrei piu’ opportuno parlare del talento di Adrian Newey piuttosto che dell’esperienza di Vettel.. Come dice il Direttore nella F.1 conta poco.. E le carriere di Hakkinen-Damon Hill-Sebastian Vettel-Jaques Villeneuve ci ricordano di come certi campioni lontani dal genio Newey abbiano brillato decisamente meno..

  6. Il ragionamento non fa una piega. Aggiungerei solo che la gestione piloti nel caso di una Ferrari vincente non può essere affidata al solo binotto. Management totalmente assente, camilleri non degno. Elkahn non può trovare un manager con esperienza e carattere da metter lì per aiutare binotto? Lei ha idee?

    Saluti

  7. Gentile Direttore.. Fa impressione leggere “Vettel rinato dal confronto con il giovane rampante”.. Perche’ anche la stagione 2019 per Seb e’ stata un vero disastro, con errori su errori.. Poi in qualifica ogni tanto dimostra di essere veloce quanto o piu’ di Charles.. Ma attenzione!! Leclerc e’ una grande promessa.. Ma si sta confrontando con un compagno che lo scorso anno
    andava piu’ o meno come Raikkonen e che ne ha buscate da Ricciardo.. Lo stesso Daniel che e’ scappato dalla Red Bull
    per non confrontarsi con l’attuale unico fenomeno affermato Verstappen.. Che con la terza forza del Campionato finira’ con piu punti della Coppia Ferrari (seconda forza del campionato). Personalmente vedo Verstappen favorito al titolo 2021 e temo
    che Leclerc-Vettel sia la versione 2.0 degli apprezzati (ma non rimpianti) Berger-Alesi..

  8. Vettel andava come kimi nel 2018? Ha fatto 5 vittorie a 1… Oltre a tutte le pole e punti rispetto a kimi… Con leclerc, le pole di leclerc ne parliamo? Monza con scia e vettel no, in austria vettel non ha fatro q3, in messico pole a tavolino x stupidata di max ed senza penalita’ x max nei parziali era dietro oltre che a lui a vettel, a bottas hamilton da 5 posto si e’ trovato primo…. Poi leclerc assetta la macchina x le qualifiche infatti poi in gara le gomme ciao… Piu punti di vettel?vettel ha 5 ritiri contro i 2 di leclerc, non ha fatto almeno 3 q3 senno’ 4 e leclerc 2… Quindi stagione disastrosa ma e li’ con leclerc pensa…. Ma uno viene descritto come fenomeno assoluto campione leclerc, vettel come bollito, brocco ecc… Quindi secondo il ragionamento di quasi tutta la gente che lo odia e insulta, alonso che nel 2007 con hamilton, e’ arrivato dietro in classifica piazzamenti ecc contro un rookie al primo anno di f1 e non al secondo di f1 cos’ era un bollito, brocco? Sopravvalutato? E alonso per dirla tutta nel 2007 aveva 26 anni non 32 come vettel… La gente parla e guarda solo quello che gli fa comodo… Be hamilton come ha vinto? Grazie agli ingenieri mercedes allora… In ferrari solo voi siete convinti che avrebbe vinto… Abbiamo visto leclerc 200 pole e si trova a 150 punti da hamilton ma dai….

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.