#Ferrari meglio tardi che mai, ma #Hamilton è super

Lewis Hamilton ha conquistato la pole anche in Texas e da un altro passo verso Il suo quinto titolo mondiale

Sessantun millesimi non sono nulla, ma fanno la differenza tra la pole position e il tempo di chi insegue, con l’aggiunta che Vettel perderà tre posizioni sullo schieramento per l’ingenuità di venerdì quando non ha rispettato le bandiere rosse. Così di fianco a Hamilton, pole numero 81, ci sarà Kimi Raikkonen che avrà l’occasione per onorare l’anniversario del suo mondiale 1997.

Il risultato in arrivo dal Texas ci dice che la Ferrari non è lontana. Dopo una serie di gare oscure, le rosse sono tornate. Meglio tardi che mai.

Kimi scatterà con gomme Pirelli più morbide di Hamilton, avrà la sua grande occasione. Ha 363 metri per provarci… Non ci saranno ordini di Scuderia. Dovrà correre per vincere. Ci faccia vedere che la Ferrari ha sbagliato a sostituirlo con Leclerc.

Peccato per Vettel anche se forse è meglio così perché ottenere il miglior tempo e poi vedersi la pole cancellata a tavolino sarebbe stato molto peggio.

La Ferrari è veloce come non ci si aspettava dopo un venerdì bagnato ma deludente. Le Rosse sembrano in palla, Vettel era in pole virtuale fino all’ultima curva, Raikkonen è rimasto a 70 millesimi. Nulla. Però guarda caso in pole c’è ancora Hamilton. Formidabile nel non lasciare neppure le briciole agli avversari.

La Ferrari punta tutto su Kimi. Tocca a lui che da 33 gare non guadagna una posizione nel primo giro…

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

13 Comments

  1. Speriamo che Kimi vinca finalmente una gara e che il mondiale non si concluda questo weekend

  2. Dubito ma speriamo x kimi

  3. penso che sia sulla strategia sbagliata ma spero di sbagliarmi.

    1. Dovrebbe andare subito in testa… poi si vede…

      1. Se anche andasse subito in Testa, dopo il pit stop si dovrebbe ritrovare nel traffico …. ripeto, spero di sbagliarmi ma più di una ventina di secondi di vantaggio in pochi giri saranno duri da avere. La strategia e’ stata disegnata per bloccare la fuga di Hamilton e facilitare il recupero di Vettel..

      2. Massimo concordo cob te: la pista è poco abrasiva, magari sarà anche “fresco”, quindi la giusta strategia sarà 1 solo pit stop gestendo bene le gomme. Partire con mescola più tenera quasi certamente significa fare 2 soste. Allora se Raikkonen riuscisse a sopravanzare Hamilton, delle due l’una: o cerca di vincere e deve fare il vuoto tra lui e Hamilton (complicando la vita alla rimonta di Vettel) oppure deve fare da tappo per agevolare Vettel sapendo che con la sosta aggiuntiva non potrebbe mai vincere. Vedremo…

      3. Esattamente deve pensare a vincere lui è stop

  4. Forza Kimi…sempre…

  5. Dovrebbe ma sono 33 gare con non guadagna una posizione in gara in partenza… Sono quasi 2 anni… Speriamo sia la volta buona ma come detto prima dubito

  6. Zapelloni si inchini al campione!!!! Silenzio per tutti parla KIMI RAIKKONEN!!!!

    1. Grande davvero

  7. Il mondiale di Raikonnen fu nel 2007 non nel 1997

    1. Certo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.