#Ferrari: #Resta per il progetto 2021

La Ferrari non lo ha ancora annunciato, ma il passo lo ha fatto l’Alfa Sauber ufficializzando il passaggio di Jan Monchaux alla direzione tecnica: Simone Resta torna in Ferrari dove affiancherà Mattia Binotto.

La voce girava da un pezzo. Qui ne avevamo parlato a maggio https://topspeed.blog/ferrari-revolution-primo-atto-torna-resta/ adesso è ufficiale anche se la Ferrari ancora non ha comunicato nulla perchè Simone comincerà a lavorare sul progetto F1 solo a dicembre, dopo aver osservato i tre mesi di “gardening leave”.

Da agosto Resta lavorerà al reparto Gt per rispettare la regola Fia che impedisce ai tecnici di lavorare subito passando da un team all’altro, anche in caso il trasferimento avvenga tra due squadre più che amiche come Ferrari e Alfa Sauber.

Il suo ruolo non sarà nè quello di DT nè quello di chief designer, anche perché il suo potrebbe non essere l’unico rinforzo in arrivo. Il fatto che possa entrare in azione solo a dicembre lo esclude di fatto dal progetto per l’auto 2020 (già in fase molto avanzata) indirizzandolo soprattutto sul 2021 quando ci sarà la rivoluzione regolamentare (https://topspeed.blog/formula1-2021-tornano-le-auto-a-effetto-suolo/).

E’ comunque importante che la Ferrari abbia deciso di rinforzarsi andando a cercare un tecnico che conosce bene e che conosce bene l’ambiente di Maranello (Resta aveva avuto dei contrasti con Marchionne e non con Binotto).

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

1 Comment

  1. Resta … solo da fare una macchina vincente … saluti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.