#FormulaE #Geox cambia look per la nuova stagione

Geox Dragon ha presentato a Venezia la Penske EV-4, l’auto in forza del team americano per la sesta stagione del campionato di Formula E. I piloti saranno Brendon Hartley e Nico Müller

Per parlare di sostenibilità oggi non poteva esserci luogo migliore di Venezia sommersa dall’acqua altro, esempio di come la natura maltrattata può prendersi le sue vendette. Tavola rotonda e poi ecco l’auto del Team per il campionato di Formula E.

L’ambientazione scelta per la presentazione sottolinea l’impegno del Team Geox Deagonn alla sostenibilità destinato a costituire una parte fondamentale della missione del Team di questa stagione per le attività non legate alla pista.

Insieme ai propri partner, il team con sede in America darà vita a diverse iniziative tese a ridurre ulteriormente il proprio impatto ambientale, determinando nel contempo una maggiore consapevolezza rispetto alle questioni ambientali critiche da affrontare non solo nelle città in cui il Team gareggerà, ma in tutto il mondo.

La presentazione è stata l’occasione per trattare temi di mobilità sostenibile in una tavola rotonda alla quale hanno partecipato: Matteo Mascazzini (CEO di Geox), Massimo Leonardo (Director Strategy& presso PWC), Andrea Stocchetti (Professore presso Università Ca’ Foscari), Jamie Reigle (CEO di Formula-E), oltre ai componenti del Team Geox Dragon.

La sesta stagione sarà la prima nella storia della Formula E in cui Geox Dragon sarà l’unico concorrente indipendente a schierare il proprio propulsore Penske, al contrario di tutti gli altri concorrenti supportati da altri produttori. La livrea dell’auto per la sesta stagione è un’evoluzione di quella della quinta stagione, in grado di incarnare lo spirito imprenditoriale che ha caratterizzato la squadra.

È stato abbandonato ogni concetto di livrea convenzionale a favore di una immagine dirompente e unica. Per la nuova livrea sono state trascurate appositamente linee e superfici della vettura per creare silhouette dotate di spazi negativi sul telaio della Gen2. L’approccio al design è ispirato a una visione del tutto nuova capace di creare una forma che sfrutta entrambe le prospettive elevate degli ambienti urbani nei quali la PENSKE EV-4 si troverà a gareggiare.

Il design ostenta una vistosa “X” che attraversa l’intera vettura, a rappresentare sia il partner principale del Team “Geox” che gli incommensurabili fattori che distinguono Geox Dragon da qualsiasi altro team sulla griglia di partenza.

Mario Moretti Polegato, fondatore e presidente di Geox ha affermato che “il coinvolgimento di Geox in Formula-E rientra nel suo progetto di sostenibilità e di tutela dell’ambiente, unitamente a quello con il WWF e ad altre iniziative atte a contribuire a migliorare il clima e le condizioni di vita delle persone. Si tratta inoltre di un importante investimento tecnologico, in quanto le gare costituiranno un laboratorio per sviluppare e testare nuove tecnologie applicate ai piloti e al team, specialmente sulla traspirazione dell’abbigliamento e sul perfezionamento della scarpa che respira, da cui è nato il massimo delle tecnologie traspiranti, Aerantis, presente in tutti i nostri negozi nel mondo.”

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

1 Comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.