#Hamilton mette già paura #Ferrari nascosta o nei guai?

C’è già Lewis Hamilton in fuga. La prima giornata di test della Formula 1 2020 ci racconta di una Mercedes velocissima e di un Hamilton già concentratissimo con una gran voglia di migliorarsi ancora. La Ferrari si nasconde o…

L’allarme non è rosso, almeno per ora. Ma un po’ di preoccupazione dopo la prima giornata di test è inutile negare che esista perchè la nuova Ferrari ha davanti molta strada da fare per agganciare chi le sta davanti. E davanti per ora non c’è solo la Mercedes, ma come minimo anche la Red Bull che con Max Verstappen ha completato la bellezza di 168 giri, più di 780 chilometri, due gran premi e mezzo, anche se Max ha fatto un paio di testa coda che pongono qualche domanda e la sorpresa Racing Point che sembra la copia perfetta della Mercedes dello scorso anno…

La preoccupazione non è tanto dovuta alla mancata prestazione della Ferrari che quest’anno ha deciso di giocare a nascondino, ma è dovuto al passo delle Mercedes e alla grinta con cui Lewis Hamilton ha cominciato la stagione che potrebbe portarlo al settimo titolo. La Mercedes ha aggredito la stagione come se volesse partire a razzo, fare il vuoto e poi dedicarsi alla vettura 2021. Hamilton ha fatto meglio di Bottas pur con una mescola Pirelli più dura del compagno di squadra.

La prima sorpresa della giornata ferrarista è stata la sostituzione di Vettel con Charles Leclerc che avrebbe dovuto debuttare solo nel pomeriggio del secondo giorno. Dopo aver posato per la foto di gruppo di inizio anno, però Seb è tornato in albergo. Non stava benissimo e ha preferito lasciar lavorare il compagno di squadra. La Ferrari non ha inseguito il tempo, ha lavorato con un programma differente rispetto alla Mercedes, ma va detto che un risultato cronometrico più intessante poteva starci. E’ vero che ha girato molto, ma spesso ai box i meccanici hanno lavorato sul retro della vettura.

“Mi hanno comunicato che oggi avrei dovuto essere io alla guida alle 6.45 di questa mattina, ma non è certo stato un problema per me. Casomai lo è stato per i ragazzi che hanno dovuto cambiare la configurazione della vettura che era settata sui parametri di Sebastian.
Come prima giornata direi che è stata senza dubbio positiva, perché siamo riusciti a completare il programma che ci eravamo prefissati. Oggi non abbiamo cercato la prestazione, ma ci siamo concentrati sul conoscere la SF1000 ed entrare in sintonia con lei.
Credo che sia troppo presto per esprimere un’opinione sulla vettura, ma al volante mi sono sentito a mio agio e questo è positivo.”

Un anno fa la Ferrari aveva ottenuto il miglior tempo con Vettel, la Mercedes era sembrata in grave crisi. Poi ricordiamoci come è andata a finire. La sorpresa di giornata è stata la Racing Point copia Mercedes con il terzo posto di Perez (davanti alla Red Bull), mentre finalmente si è rivista anche la Williams che un anno fa non stava insieme. L’Alfa Romeo Sauber che un mattinata aveva svelato la nuova livrea prima ha dato spazio a Kubica, terzo pilota che aveva bisogno di raccogliere dati e impressioni visto che poi lavorerà spesso al simulatore e nel pomeriggio Govinazzi ha lavorato molto sul passo gara (da qui il tempo che è il peggiore del gruppone).

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

7 Comments

  1. R n roll

  2. Primo giorno di prove: essere davanti o dietro non significa ancora nulla e non significherà nulla nemmeno al termine delle due settimane di test. Le squadre giocano a nascondersi a vicenda. Oggi è toccato alla ferrari, magari domani sarà il turno della Mercedes. Mescole a parte, chi può sapere con che carico di carburante hanno girato, con che assetto. Sono prove ed è giusto siano appunto provati anche i comportamenti della vettura in situazione diverse dall’ottimale. Un anno fa, come da lei detto, la ferrari uscì dalle due settimane con molti progetti ma poi sappiamo tutti come sono andate le prime otto garre del mondiale. Leclerc che chiude così lontano delle altre non è credibile. Non si può nemmeno immaginare che la ferrari non sia tra le prime tre scuderie.

  3. Sig zappelloni
    Quale sarebbe la sua risposta alla domanda titolo del posting?
    Ferrari nascosta o nei guai?

    Grazie

    1. Credo non debbano essere i tempi di Leclerc a preoccupare, ma piuttosto la grande forma della Mercedes e di Hamilton

  4. Sig. Zapelloni cosa ne pensa del volante della mercedes che si muove in avanti e indietro?

    1. Fatto il post

      1. Perez con la racing point cioe’ la w10 dello scorso anno sta volando… Questo dimostra, x l’ ennesima volta che la differenza la fa mercedes e non hamilton, che guida un missile che come dice max con qualsiasi pilota della griglia vincerebbe il titolo a mani basse… E ce gente che pensa che il fenomeno sia hamilton… Aahhaha sveglia, eppure non ci vuole chissa’ cosa a capirlo, ma soprattutto a vederlo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.