#Hamilton: “Una #Ferrari molto, molto forte…”

La terza giornata di prove a Barcellona racconta una storia diversa portando la Toro Rosso di Kvyat davanti a tutti a poco più di 10′ dalla fine dei test.

E alla fine viene il momento della Toro Rosso motorizzata Honda con il figliol prodigo Kvyat che strappa a Kimi Raikkonen e all’Alfa Romeo il miglior tempo di giornata. Tempi per gli sponsor, ottenuti con gomme più morbide e poca benzina nel serbatoio, ma comunque tempi che danno un senso a una giornata nella quali i grandi hanno lavorato su altro.

Vettel ha ottenuto il quarto tempo del giorno montando solo gomme gialle (il compound centrale tra quelli portati in pista da Pirelli. La SF90 ha girato ancora tantissimo, 134 i giri di Seb. Solo Alfa Romeo (138) e Toro Rosso (137) hanno totalizzato qualche chilometro in più. In totale finora Vettel ha completato 303 giri (nessuno quanto lui), mentre la Mercedes ha toccato quota 495 superando nel chilometraggio la Ferrari (460).

“È stato bello salire di nuovo in macchina oggi e macinare altri chilometri. La giornata è stata molto intensa ma siamo contenti perché abbiamo completato il nostro programma, che includeva alcuni nuovi elementi rispetto a lunedì. Abbiamo provato varie soluzioni, anche concentrandoci sul set up, e non posso che confermare l’impressione positiva che ho avuto il primo giorno. Con 303 giri all’attivo, mi sento di dire che siamo soddisfatti di come procede lo sviluppo della vettura”, ha commentato Seb.

Tra le curiosità i cerchioni utilizzati dalla Ferrari molto simili a quelli così chiacchierati usati un anno fa da Mercedes…

“Ferrari are very, very strong right now”, ha commentato Lewis Hamilton sottolineando il very due volte. Non illudiamoci, è il gioco delle parti. L’altro giorno Toto Wolff ha mostrato preoccupazione per la scelta Ferrari relativa all’ala anteriore (filosofia opposta rispetto a Mercedes). Ieri ci ha pensato Hamilton. Ingigantire gli avversari è un trucco da vecchi pirati…

Lewis ha poi partecipato alla prima conferenza stampa della stagione “Non voglio diventare Hulk, ma non sono mai stato così forte”

Primi giri anche per la Williams con Claire Williams che ha dovuto ammettere pubblicamente di “essere imbarazzata” per come ha cominciato la stagione.

Da segnalare che la Formula 1 ha annunciato un accordo con #Netflix che dall’8 marzo trasmetterà un documentario sul mondo della F1 dopo aver avuto accesso a zone abitualmente vietate. Lo ha firmato lo stesso sceneggiatore del Senna di qualche anno fa. Una garanzia di qualità.

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

2 Comments

  1. Che tristezza vedere la gloriosa Williams così in difficoltà!!

    1. Davvero povero frank

Rispondi a umberto zapelloni Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.