Il #MilanoMonza Open-air motor show anche in notturna

Dario Allevi, Sindaco di Monza, Angelo Sticchi Damiani, Presidente ACI, Andrea Levy, Presidente e ideatore, Giuseppe Sala, Sindaco di Milano e Attilio Fontana, Presidente della Regione Lombardia,

È stato presentato a Milano, presso l’Auditorium HQ Pirelli, Milano Monza Open-Air Motor Show che si svolgerà dal 18 al 21 giugno 2020, con apertura prolungata fino alle 24, e per la quale sono attesi 40 brand automobilistici e 500 mila visitatori.

“Con Milano Monza Open-Air Motor Show il terrotorio italiano e il sistema automobilistico si giocano una partita importante: perché stiamo proponendo una manifestazione con un format creato per riavvicinare il pubblico all’automobile in tutte le sue motorizzazioni e per permettere alle case automobilistiche di esporre il meglio della priopria produzione”, parole di Andrea Levy che ha presentato la prima edizione Milano Monza Open-Air Motor Show all’ Auditorium HQ Pirelli. 

Il cuore della manifestazione sarà l’Autodromo di Monza, dove le case automobilistiche esporranno le novità e la gamma completa di prodotto e dove gli appassionati non avranno che l’imbarazzo della scelta tra sfilate di Formula 1 e regine del motorsport, test drive di ogni motorizzazione, esposizioni di auto classiche, moto, yacht, natanti e velivoli sia storici che contemporanei, oltre ai paddock colorati da modelli di supercar, hypercar e prototipi.

Il pubblico potrà visitare tutte le aree della manifestazione fino alle 24, dal 18 al 21 giugno, con un orario prolungato che caratterizza la modernità e lo spirito innovativo di questo nuovo motor show.


Ciò che renderà Milano Monza Open-Air Motor Show irripetibile sarà la sua anima dinamica, una vera e propria rivoluzione nel concetto di Motor Show, il capovolgimento di un modello di presentazione delle proprie novità da parte delle case automobilistiche il cui apice sarà la Milano President Parade, la preview in movimento dell’esposizione di Monza che sarà la fusione tra lo spirito innovativo dell’evento e l’anima fashion e glamour della città.

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.