Il mondo secondo #Hamilton: “Cambio dieta, guido elettrico, basta plastica”

Lewis Hamilton si ripresenta in Messico in versione Greta. Non lo preoccupa il Mondiale (ormai praticamente vinto), ma il Mondo. Continua a lanciare allarmi, bandisce la plastica da casa. Insomma se Greta cercava alleati ne ha trovato uno popolarissimo, velocissimo e insospettabile.

“Le critiche? Non passo molto tempo a leggere i commenti – ha detto in conferenza – E’ giusto che ognuno abbia le sue opinioni e cerco di non farmi colpire in modo negativo su queste cose. Ho tante persone grandiose attorno a me, dal team alla famiglia e fino a quando ci sono loro accanto a me non m’interessa del resto”.

“Il momento difficile di cui parlavo su instagram? Guardando un documentario, con tristezza pensavo che ci sono cose che sottovalutiamo e volevo comunicare quello che sta succedendo. Entro fine anno farò in modo di non permettere a nessuno di portare a casa mia plastica. Sto cercando di fare tanti cambiamenti nella mia vita. Sto cercando di volare di meno e quando lo faccio è con i voli commerciali. Ho cambiato la mia dieta, ed è una cosa drastica. Ho venduto molte macchine, ora ne ho anche una elettrica. Sto lavorando su programmi futuri, anche sugli interni di pelle della Mercedes per avere materiale artificiale. Anche nel campo della moda sto cercando di fare lo stesso. Tutta l’industria deve fare in modo che la F1 possa dare di più in team d’ambiente”. 

“Le preoccupazioni sul pianeta e i dubbi sulla mia coerenza? Io non sono interessato alla Formula E e non ci penso per il futuro. Uso i social per dire la mia come tutti. E’ vero che giriamo il mondo e andiamo in pista con le F1, ma abbiamo anche la possibilità di vedere tante cose più di altri. Sto cercando di evidenziare problemi in determinate aree, ma credo sia positivo se ne possa parlare”.

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.