La #RedBull di Max sfacciata e aggressiva. Proprio come lui

Protagoniste a confronto

Mattia Binotto era stato chiaro: “Non siamo noi la macchina da battere, non abbiamo vinto gli ultimi mondiali e neppure l’ultimo gran premio”. Quello lo ha vinto Max Verstappen che da oggi ricomincia a sognare con una Red Bull RB 16 che sembra aggressiva al punto giusto.

La nuova Red Bull RB16, come tutte le figlie di Adrian Newey, va osservata con grande rispetto. Le prime immagini della nuova arma di Max Verstappen (ma anche di Alexander Albon) è stata presentata direttamente a Silverstone dove andrà in pista per il filming day, pochi giri per gli sponsor

La monoposto disegnata da Adrian Newey è l’erede diretta, molto estremizzata della vettura che lo scorso anno ha permesso a Verstappen di vincere tre gare grazie ad un rinnovato e affidabile motore. La nuova Red Bull a prima vista colpisce con soluzioni interessanti come il muso dal naso invadente ma decisamente più stretto se paragonato alla SF1000 presentata dalla Ferrari.  Ci sono anche due aperture verticali fatte per alimentare l’S-duct. Ci sono soluzioni stile Mercedes, ma anche pance molto strette dietro alle spalle dei piloti, stile Ferrari. Non sembra una Red Bull di passaggio in attesa di nuove regole per il 2021. Sembra una Red Bull nata per aggredire. A immagine e somiglianza di super Max.

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

2 Comments

  1. Ad occhio secondo lei chi fatto un lavoro migliore?

    1. Aspetterei a dare giudizi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.