#Leclerc principesco una pole che fa sognare la #Ferrari

Charles Lerclerc si prende la seconda pole position della carriera guidando in modo perfetto sulla pista del Gp austriaco. Sempre davanti dal primo giorno. Mentre Vettel è rimasto bloccato da un problema al motore.

Perfetto. Non ci sono altri aggettivi per raccontare le qualifiche di Charles Leclerc che ha portato la sua Ferrari in pole davanti a Hamilton che solo all’ultimo è riuscito a strappare la prima fila a Verstappen. “Una vera figata tre auto diverse ai primi tre posti. Non vedo l’arrivo di lottare con i ragazzi”, ha detto Hamilton che ha chiuso le prove con un’investigazione per una manovra in Q1 che ha costretto Raikkonen ad alzare il dito medio…

La pista austriaca ci ha restituito una Ferrari competitiva come in Canada e in Bahrain dove guarda caso la Sf90 partitiva in pole. Senza curve veloci la Ferrari non perde competitività sulla Mercedes e Leclerc ha potuto divertirsi trovando una sintonia perfetta con la sua SF90.

Il distacco rifilato a Hamilton (0″259) su una pista cortissima come quella austriaca (1’03″003 la pole) è un distacco importante. La Ferrari qui è meglio della Mercedes che però al via monterà gomme diverse e quindi potrà giocare su una strategia differente (ritardando il cambio). Molto dipenderà dal via con un terzetto che non vedo l’ora di vedere allo spegnersi dei semafori rossi.

Hamilton rischia tre posizioni di penalità. Se i commissari si ricordano come hanno trattato un anno fa Vettel per una manovra analoga su Sainz non vedo come possa scamparla… Ma in fin dei conti mi spiacerebbe veder cancellata una griglia di partenza così con Lewis strizzato tra i due ragazzini terribili. Certo anche Charles e Max in pratica fila sarebbe un bel vedere (seguiranno aggiornamenti).

ULTIMORA: Hamilton è stato penalizzato di tre posizioni sullo schieramento per aver ostacolato Kimi: scatterà così in quinta posizione dietro a Leclerc, Verstappen, Bottas e Norris…

L’altra faccia della Ferrari è quella di Sebastian Vettel, rimasto bloccato da un problema al motore durante le Q2 e impossibilitato a partecipare alle Q3. Poteva giocarsi la pole. Scatterà in nona posizione (Magnussen è stato penalizzato per sostituzione cambio) a meno di interventi sostanziali sulla sua monoposto che lo penalizzerebbero. A bloccarlo un problema di alimentazione della power unit. Bravissimo Seb a scendere dall’auto e ad andare a confortare i suoi meccanici uno ad uno. Peccato. Seb è anche sfortunato quest’anno. Ma la Ferrari non riesce ad essere affidabile al 100% e si è rovinata un sabato di festa…

Bene ancora le Alfa Romeo con Kimi settimo e Giovinazzi subito dietro. Un’Alfa rinata dal Gp di Francia…

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

2 Comments

  1. Bene per Leclerc. E speriamo che non ci siano ordini di scuderia a favore del quattrovoltecampionedelmondo. A Leclerc basta avere almeno un altro pilota tra lui e lo pseudocampione.

  2. Ora si preannuncia una gara interessante, speriamo proprio sia così!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.