#Mercedes W11 ecco la macchina da battere (e #Hamilton)

La nuova Mercedes W11 è già in pista a Silverstone, pochi giri, quelli del cosiddetto filming day. Ecco la macchina da battere anche in questo 2020.

La W11 non è rivoluzionaria, ma ha preso ispirazione dalla Ferrari nel disegno delle pance, spostando in alto la bocca dei radiatori per far respirare meglio la nuova power unit e assicurare una maggiore efficienza aerodinamica. Il nome completo della nuova stella sarebbe AMG F1 W11 EQ Performance con quella scritta “EQ Performance”  che oggi catterizza tutte le Mercedes ibride ad alte prestazioni

“Il 2020 sarà un anno particolarmente impegnativo perché ci saranno squadre che si concentreranno molto sul 2020 e ci saranno squadre che inizieranno a spostare le loro risorse nel 2021. Ottenere l’equilibrio giusto sarà molto importante, ma non è facile fare – ha detto Toto – La nostra ambizione è chiara: vogliamo essere competitivi sia nel 2020 che nel 2021. Questa è una grande sfida, ma maggiore è la sfida, più ci piace”

“Ho avuto il miglior allenamento invernale di sempre – ha detto Lewis – Durante l’inverno, ho davvero cercato di analizzare dove eravamo l’anno scorso e come posso crescere e migliorare come pilota e come essere umano. Avere una grande coerenza sarà la chiave per tutti noi – non solo in termini di affidabilità, ma anche per noi come conducenti. Questa squadra lavora così duramente per darci questa macchina incredibile, ma se ci sbagliamo un piede, costa a tutti noi, quindi è qualcosa su cui sto davvero cercando di concentrarmi – come posso portarlo ad un altro livello come un pilota, come posso estrarre di più da me stesso e dal team e cercare di offrire qualcosa di veramente eccezionale quest’anno. Questo è il mio ottavo anno con questa squadra e la sfida di quest’anno è super eccitante. Non ho dubbi che ogni singolo membro del team proverà ad alzare l’asticella e proverò a fare lo stesso”.

“È un vero privilegio per me e Valtteri essere le uniche persone a guidare questa macchina e non vedo davvero l’ora di allungare le gambe – ha detto -Sono stato in costante comunicazione con gli ingegneri, cercando di tenere d’occhio tutto ciò che stava accadendo in fabbrica. Oggi è una giornata davvero emozionante , finalmente vedere di persona a cosa ha lavorato il team così duramente. Come pilota, hai solo voglia di tornare in macchina”.

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

2 Comments

  1. come fa ad essere sicuro che Mercedes abbia copiato da ferrari e non viceversa? Il fatto che ferrari abbia presentato la macchina 3 giorni prima non è un’evidenza. Di sicuro i progetti sono nati mesi fa e dubito li abbiano modificati in tre giorni

    1. Parliamo dello scorso anno

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.