Motore sequestrato: chi ha paura della #Ferrari?

La Ferrari è sotto attacco. Dalla Germania rivelano che sono state sequestrate in Brasile parti del motore di Maranello, di un altro team motorizzato Ferrari (più Alfa che Haas) e di un terzo costruttore (pare Honda). Sotto accusa, naturalmente, il solito flussometro.

Che significa il titolo Benzinsysteme von Ferrari konfisziert https://www.auto-motor-und-sport.de/formel-1/fia-konfisziert-ferrari-benzin-system/ significa che c’è qualcuno in Germania preoccupato dalla Ferrari perchè altrimenti non si spiegherebbe una fuga di notizie esclusivamente sul sequestro dei particolari made in Maranello, tacendo il nome dell’altro costruttore sotto inchiesta.

Soprattutto non si spiegherebbe l’enfasi dato a un controllo che, assicurano gli addetti ai lavori, viene effettuato una cinquantina di volte a stagione perchè i regolamenti della Formula 1 hanno più aree grigie della mia capigliatura e i tecnici sono i migliori a trovare le migliori soluzioni per aggirare ogni paletto.

Ben venga un’inchiesta approfondita per cancellare ogni dubbio, ogni sospetto, ogni dichiarazione di Max Verstappen. Ma le fughe di notizie ad arte per aumentare la pressione su chi oggi ne ha già abbastanza per clpa dei suoi piloti, significa solo una cosa: qualcuno comincia a temere la Ferrari (e forse anche la Honda che in Brasile aveva una velocità di punta maggiore della Mercedes).

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

7 Comments

  1. Sig. Zapelloni,
    Ma non essendo italiano non capisco questa sua frase all’inizio “tacendo il nome dell’altro costruttore sotto inchiesta.”
    Puo spiegare meglio? Che la MB ha paura di Ferrari e Honda?

    Una volta conclusa l’indagine i risultati saranno publici? Chiedo perche se fanno 50 controlli a stagione dovrebbero esserci 50 rapporti ma nessuno ha mai parlato fino adesso.
    Ha idea dei tempi?

    Grazie ancora,

    1. È il giornale che non cita la ho honda

  2. Grazie
    Assumendo che la Ferrari venga esonerata, non c’e’ il rischio che dopo un controllo di questo tipo le informazioni su come andare piu forte vengano passate a chi non e’ sotto inchiesta per migliorare?

    Speriamo l’altro sia Honda, ma troppo strano infatti che non si dica chi

  3. D’accordo su tutto, tranne che la scuderia è sotto pressione per colpa dei suoi piloti.

  4. E’ un articolo tendenzioso. Io rimango della mia opinione: se si indaga in casa Mercedes, è un diritto; se lo si fa in casa ferrari, è un crimine. Di persone innocenti, in F1, credo ce ne siano poche, molto poche.

  5. Mi mancava lo Zapelloni gombloddista…..
    La Ferrari dovrebbe concentrarsi solo su se stessa e la prossima stagione (spero lo stia facendo gia’ da tempo) e non pensare a dietrologie e sospetti.Anche qualora trovassero qualcosa o penalizzassero ingiustamente per qualsiasi motivo sarebbe tutto di guadagnato. Meglio adesso.
    Saluti

  6. Cari compagni di blog rispetto tutte le opinioni, anche quelle che non condivido, ma credo abbiate sottovalutato o frainteso lo spirito dell’articolo: nessuno grida a complotti o trattamenti speciali. Vi siete dimenticati cosa passava la Williams (controlli di continuo altezza alettoni durante le qualifiche)? O la Benetton con la verifica maniacale dei fondi piatti in legno? O la Red Bull con gli alettoni che si deformavano all’indietro in rettilineo ed erano sistematicamente in ispezione? Potrei andare avanti ma solo è un fatto che le attenzioni e gli occhi dei team sono puntati su chi si teme…

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.