#Senna e il Tamburello: “E’ pericoloso”

Dieci giorni prima dell’incidente che gli costò la vita al Tamburello il primo maggio 1994, Ayrton Senna dopo una sessione di prove a Imola con la sua Williams Renault, rilasciò la dichiarazione che vi allego qui sotto in cui manifestava tutta la sua preoccupazione per le condizioni della pista in quella zona.

Risentite oggi sanno tanto di presentimento, anche se poi sappiamo bene che a causare la sua uscita di pista fu la rottura del piantone dello sterzo della sua Wlliams, ridotto al minimo per rendere più confortevole l’abitacolo strettissimo.

Cercando ispirazione per scrivere qualcosa di nuovo su Ayrton in questo 25° anniversario, ho cercato tra le vecchie interviste che avevo registrato su microcassette ed è saltata fuori questa frase.

Ve ne proporrò altre nei prossimi giorni su vari argomenti per farvi risentire la sua voce e il suo pensiero.

Share Button
Annunci
umberto zapelloni

Nel 1984 entro a il Giornale di Montanelli dove dal 1988 mi occupo essenzalmente di motori. Nel gennaio 2001 sono passato al Corriere della Sera dove poi sono diventato responsabile dello Sport e dei motori. Dal marzo 2006 all'aprile 2018 sono stato vicedirettore de La Gazzetta dello Sport

3 Comments

  1. ci ha lasciato troppo presto… Del suo umore in quel giorno ci sono tante testimonianze; forse era anche sconvolto dalla morte di Ratzenberger il giorno prima. Dio solo sà quali siano stati i suoi ultimi pensieri vedendo quella barriera avvicinarsi a velocità folle.Una grande persona oltre che un gran campione. Ha avuto tanto ma ha anche dato tanto per i suoi concittadini brasiliani: erano sempre il suo primo obiettivo.

  2. Non so se é un mio problema, ma non si sente l’audio del video.m

    1. Non ho avuto altre lamentele. Provi a vedere se sul mio canale YouTube lo sente….

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.